6 modi per aumentare al massimo i vostri ingaggi su Google+

Di - 20 November 2013 - in
Post image for 6 modi per aumentare al massimo i vostri ingaggi su Google+

Molti non sanno che Google+, l’innovativo network di Mountain View, sta risultando praticamente fondamentale per chi vuole promuovere il proprio business, soprattutto a livello locale.

Le sue funzionalità infatti consentono di poter pubblicizzare, in maniera decisamente superiore rispetto ad altre piattaforme, attività, negozi e aziende: con applicativi e funzioni che consentono l’integrazione con gli altri servizi di Google – come Maps – promuovere un’attività all’interno del network, diventa molto più vantaggioso. L’ormai famoso social network di Google, nell’ultimo anno ha letteralmente stracciato la concorrenza.

Attraverso le varie funzioni offerte dal colosso di Mountain View per l’analisi delle statistiche del proprio sito, è inoltre possibile visualizzare i vantaggi e gli effetti dell’inserimento di Google+ e dello stesso “Pulsante +1”, direttamente collegato in qualche modo con il nuovo network.

Google+ è pensato in particolare per una cosa: l’ingaggio.

Vediamo 6 modi di usare i post di Google+ per stimolare l’attività.

1. Fate risaltare il vostro testo

Per prima cosa vi dovete differenziare: invece di pubblicare un post noioso, aggiungete un po’ di brio. Al contrario di Facebook, su Google+ è accettabile fare lunghi post. Ricordate sempre però che i post lunghi spingono il lettore al bivio: continuo a leggere o passo ad altro? Usate quindi dei diversivi come spazi fra paragrafi o punti a capo per invogliare chi legge a continuare. Adoperate il grassetto e il corsivo per dare maggior rilievo a parole o passaggi e il vostro post starà a galla nel grande mare di Google+.

2. Mettete una foto che attragga

Non sottovalutate l’importanza delle immagini perché la grafica stimolante impatta in maniera rilevante sui click che riceverà il vostro post.

Quando postate un’immagine, sceglietene una dall’aspetto vivido e luminoso, una che catturi la vista per i suoi colori contrastanti. Invece di usare l’icona in miniatura data dal link che postate, adoperate immagini di dimensioni standard che cattureranno meglio l’attenzione dei vostri lettori. Se avete delle belle foto usate quelle, seppur di grandi dimensioni.

3. Andate sul personale

Create ingaggi grazie ai quali scoprirete i gusti del vostro audience, come per esempio realizzare un album di ristoranti e chiedere in quale il vostro pubblico preferirebbe cenare. In questo modo scoprirete anche nuovi argomenti per i vostri futuri post.

4. Autorizzate i vostri follower ad agire

Alle persone piace quando vengono riconosciute le proprie idee, le fa sentire importanti e incoraggia la partecipazione. Cambiate la vostra community in una di partecipanti attivi, lasciandoli condividere i loro contenuti. Trovate un’immagine interessante e che faccia presa sul vostro pubblico e chiedetegli di darle un titolo. Così facendo scoprirete anche i membri del vostri gruppi che sono più attivi e che potranno trasformarsi per voi in “brand evangelist”.

5. Scegliete un tema

Quando risalta un hashtag trend che fa appello ad una grossa fetta demografica, allineate la vostra attività di Google+ a quella della community globale. Potete trovare gli hashtag più popolari nella trending box sul profilo di Google+: usateli a vostro vantaggio per attirare più follower, condivisioni, commenti (esempi di questo tipo di aggregatori sono #TriviaTuesday e #MotivationMonday). Se volete attrarre avvalendovi di uno di questi aggregatori popolari è importante partecipare costantemente, in questo caso tutti i martedì o i lunedì, usando l’hashtag dedicato e non perdervi d’animo se all’inizio non avrete molti risultati: l’attrazione è una cosa che si conquista piano piano, ma che poi rimane di volta in volta.

6. Fate domande

Una strategia senza tempo che dovete inserire in ogni vostro post è fare domande. La maggior parte delle persone ha bisogno di essere incoraggiata a partecipare e quando fate loro delle domande le portate inconsciamente a interagire con voi.

Con questi 6 trucchi veleggerete nella corrente di Google+ domandola senza esserne trascinati.

Leave a Reply

Francesco Del Punta Articolo scritto da

Francesco Del Punta lavora come consulente digital marketing dal 2003 e si è specializzato nell'utilizzo tecnico/strategico di piattaforme social network. Facebook e Google+ sono il suo pane quotidiano.

Contatta l'autore

Previous post:

Next post: