Admin SDK e Google+ API for Business

Di - 21 May 2013 - in
Post image for Admin SDK e Google+ API for Business

Il Google I/O 13 appena terminato è stato ricco di sorprese e di rilasci sui prodotti più noti e conosciuti dell’ecosistema Google. Ma se da un lato il mondo guarda con interesse quanto gli ingegneri hanno realizzato, con la stessa attenzione anche le community o gli sviluppatori indipendenti scrutano la lista delle nuove entrate presentate.

Con questo articolo mi dedicherò ad una serie di API(Application Programming Interface), davvero interessanti ma poco conosciute: Admin SDK e Google+ For Business.

Con il termine Admin SDK intendiamo e comprendiamo una serie di strumenti in grado di rendere più semplice, o più vicino alle nostre esigenze, la gestione di istanze Google Apps. Questi servizi permettono di interagire, mediante lo standard REST (utilizzando http/https e tutti i metodi nativi di questo protocollo), con l’infrastruttura Google rendendo possibile la realizzazioni di software “su misura” in grado di rispondere a bisogni specifici.

Le Admin API non sono oggetti nuovi, consentono da tempo la stesura di tools e prodotti terze parti, ad esempio sincronizzatori che eseguono operazioni massive sulla base utente di un dominio oppure prodotti per esporre funzionalità non previste da Google nella sua dashboard di controllo e tanto altro ancora.

Quello che mancava era però una razionalizzazione di queste specifiche ed un consolidamento delle strutture dati utilizzate in un unica ed uniforme gestione. Google ha quindi colto l’occasione dell’I/O per presentare questa ristrutturazione dei suo servizi e per lanciarne di nuovi come le Directory API , per la movimentazione delle caselle, delle liste di distribuzione e di altri elementi all’interno di Apps, e le Reports API, pensate invece per consentire agli sviluppatori di raccogliere in modo programmato statistiche e report sulle applicazioni erogate.

Chiunque fosse interessato ad usufruire di questi nuovi tools potrà trovare tutte le informazioni necessarie nella API documentation.

Un discorso a parte viene invece costituito dalle Google+ Domains API, una nuova interfaccia volta a consentire l’utilizzo di Google+ in ambienti enterprise. A distanza di due anni dal suo lancio, Plus si configura ancora come servizio consumer anche se l’annuncio di queste nuove chiamate permetterà di interagire, soprattutto in scrittura, con l’ambiente social offerto dalla piattaforma, con enormi vantaggi per tutti coloro che devono organizzare business, eventi, campagne di informazione o marketing attraverso Plus.

In conclusione I/O non dimentica Google Apps e lo fa avvicinando sempre di più le esigenze dei propri clienti, specie quelli di grosse organizzazioni, interessati non solo ad utilizzare la suite di messaging e collaborazione, ma anche a costruire o adattare precedenti sistemi, integrandoli in sinergia con l’infrastruttura Google.

Via | Google Apps develpoer Blog

Leave a Reply

Andrea Testa Articolo scritto da

Laureato in Comunicazione Digitale, curioso ed affascinato dall'informatica, specialista Google Apps. Sviluppatore software, ama tutto ciò che si manifesta sotto forma di intelligenza, tecnica ed innovazione, come il web e l'open source.

Contatta l'autore

Previous post:

Next post: