AdSense e la nuova funzionalità: Esperimenti

Di - 19 November 2013 - in
Post image for AdSense e la nuova funzionalità: Esperimenti

Dopo qualche mese di silenzio, una nuova funzionalità è entrata nei nostri account di AdSense. Questa novità è sicuramente una di quelle che faranno parlare di se, una di quelle funzionalità che una volta “prese sul serio” non potranno più mancare nei nostri test giornalieri.

Ma andiamo subito ad analizzare questi esperimenti. Innanzitutto possiamo trovare la funzionalità nel menù I miei annunci, quindi nel sottomenù Sommario. Attualmente troviamo la funzionalità Esperimenti con la dicitura BETA, ma il roll-out di questa funzionalità sembra sia già stato fatto in tutti gli account, quindi Google probabilmente la considera una funzionalità già definitiva. Gli esperimenti, dopo aver selezionato un’unità pubblicitaria di base esistente nel nostro account, ci permetteranno con grande semplicità di creare delle varianti a questi annunci, quindi il sistema visualizzerà le due varianti (la prima unità pubblicitaria creata e quella con varianti) in modo alternato e ci darà un report dettagliato su quale delle due versioni funziona in modo migliore, in modo che noi possiamo poi decidere se mantenere la nuova versione oppure quella che già utilizzavamo prima.

Un utente molto attento, dopo aver visto questa nuova possibilità mi ha chiesto: “Ma perchè devo utilizzare questo sistema? Non è sufficiente creare due unità pubblicitarie ed un giorno visualizzare una, il secondo giorno utilizzare l’altra e quindi confrontare i risultati?”. No, non è la stessa cosa. La potenza di questi esperimenti sta nel fatto che le due versioni vengono confrontate nello stesso momento (chiaramente il sito deve avere un minimo di visite, non 2 visite al giorno), infatti a differenza di un giorno o di qualche ora o addirittura di minuti, gli inserzionisti presenti potrebbero essere differenti e quindi il test potrebbe dare dei risultati non proprio corretti.

Facciamo un esempio. Oggi un inserzionista ha deciso di pagare 1 euro a click perchè domani mattina è ad una fiera, e vuole farlo sapere a tutti. Domani questo inserzionista non farà pubblicità, perchè sarà già in fiera e difficilmente una persona vede la pubblicità di una fiera e ci va lo stesso giorno. Se noi provassimo oggi una unità pubblicitaria e domani un’altra, ci convinceremmo che la prima è migliore e che paga di più, invece dipenderebbe solo dal fatto che c’è quell’inserzionista disposto a pagare 1 euro a click. Con questi esperimenti invece testeremo entrambe le unità pubblicitarie in ogni momento, praticamente contemporaneamente, e quindi il miglior risultato verrà dato effettivamente dalla migliore configurazione del nostro annuncio.

Esperimenti AdSense

Vediamo ora nel dettaglio come creare l’esperimento.

Per creare un nuovo esperimento è sufficiente premere il tasto +Nuovo esperimento che troviamo in cima alla pagina degli esperimenti, selezionare poi l’unità pubblicitaria di base. A questo punto possiamo cambiare i colori, gli stili degli angoli, la famiglia e la dimensione dei caratteri, utilizzando uno stile precedentemente creato oppure selezionando “al volo” i nuovi valori.

Possiamo inoltre impostare che nell’annuncio vogliamo solo testo, solo immagini o entrambi se vogliamo testare queste tipologie di annunci in alternativa a quella configurata attualmente. Sarà inoltre possibile far scegliere a Google oppure scegliere in autonomia la suddivisione del traffico. Personalmente suggerisco di lasciare scegliere a Google in quanto modifica giornalmente il traffico a seconda dei risultati ottenuti nelle giornate precedenti.

Dopo circa un giorno dalla creazione dell’esperimento, potremo iniziare a vedere nei rapporti, sottomenù esperimenti, come sta andando l’esperimento, come stanno andando le cose e avremo la possibilità di decretare il vincitore. Nel caso in cui sia il vecchio annuncio tutto rimane com’era, altrimenti il vecchio annuncio prenderà le caratteristiche del nuovo in modo permanente.

Google nel rapporto degli esperimenti indicherà quale annuncio sta avendo migliori performance e con che percentuale. Direi che sono necessarie un minimo di 10.000 impression o comunque almeno 50 click a variante per prendere una decisione definitiva, a meno di palesi differenze. Potremo quindi concludere un esperimento e decidere quale delle due versioni mantenere.

Abbiamo visto l’eccezionalità e semplicità di questa nuova funzionalità, ma dobbiamo anche vedere ciò che non va, altrimenti che recensione sarebbe :-D? Beh… diciamo che per chi ha una manciata di unità pubblicitarie tutto è facile, ma per chi come me ha centinaia di unità pubblicitarie, si accorge subito della necessità di un filtro (attualmente assente) per poter selezionare con semplicità l’unità pubblicitaria con cui fare gli esperimenti. Purtroppo per ora, una cosa di cui si sente la mancanza è anche la possibilità di fare dei test tra due dimensioni di annunci differenti. Si potrebbe risolvere il tutto ad esempio semplicemente selezionando una unità pubblicitaria di base (come ora) ed una seconda unità pubblicitaria di confronto. Beh… ho già segnalato entrambe le mie idee e speriamo che com’è già successo in passato, ne tengano in considerazione e facciano al più presto le modifiche.

Leave a Reply

Mauro Gadotti Articolo scritto da

Mauro Gadotti lavora come programmatore dal 1992 ed è specialista nei prodotti pubblicitari di Google sia per il mondo dei publisher (AdSense) che degli inserzionisti (AdWords). Ha aperto il suo primo account AdSense nel 2004 e quello AdWords nel 2005. Ama lo sci e la pesca che pratica col figlio Mattia. Autore del libro: Come AdSense può cambiarti la vita.

Contatta l'autore

Previous post:

Next post: