AdSense e la personalizzazione delle categorie per dominio

Di - 19 December 2012 - in

Possiamo aprire questo articolo con una parola tutta in maiuscolo…. FINALMENTE! Era da moltissimo tempo che chi gestiva più di un sito internet con AdSense sentiva questa mancanza nella gestione dell’account e finalmente siamo stati accontentati, ma vediamo nel dettaglio cosa potevamo fare prima e cosa adesso.

Nel menù “Consenti e blocca annunci” esiste da molto tempo la possibilità di bloccare la visualizzazione sui nostri siti di annunci che si riferiscono a particolari “categorie sensibili”, come ad esempio quelli relativi alla religione, alla politica, ai farmaci e integratori, ai videogiochi… che su molte tipologie di siti possono essere, diciamo, “ingombranti”. Affiancate alle categorie sensibili esistono anche le “categorie generali”, dove invece esiste la possibilità di bloccare gli annunci per tutte le categorie e sottocategorie “classiche” esistenti, come ad esempio commercio, finanza, prodotti alimentari, telefonia, sport e fitness….

Per ogni singola categoria/sottocategoria di entrambi i raggruppamenti, è possibile analizzare la percentuale delle impressioni e la percentuale delle entrate che gli annunci di quella determinata categoria hanno generato negli ultimi 30 giorni sui nostri siti. Questo è sicuramente molto interessante per poter ottimizzare al meglio i nostri account AdSense, in quanto se vediamo che gran parte delle impression se ne vanno su categorie che ci fanno guadagnare poco, possiamo bloccare quella determinata categoria in modo che il sistema ridirezioni le impression su altre categorie più fruttuose.

Questo era il passato, che sembra roseo (e di fatto lo è se gestiamo un solo sito internet nel nostro account) ma facciamo un esempio per capire il perché la nuova modifica sia tanto interessante. Poniamo che nel nostro account AdSense abbiamo due siti internet. Uno parla di finanza, un sito molto serio, preciso, che non deve aver sbavature, mentre l’altro sito parla di videogiochi. In questo caso, fino all’introduzione di questa novità, potevamo abilitare o disabilitare la categoria Videogiochi solo per l’intero account e quindi eravamo costretti a disabilitare questa categoria per non vedere nel sito di finanza, pubblicità di videogiochi, perdendo chiaramente grossi introiti nell’altro sito che di videogiochi vive. La novità è proprio questa. Ora possiamo fare queste impostazioni a livello di account (esattamente come prima) oppure a livello di dominio di secondo livello (miosito.it) oppure a livello di dominio di terzo livello (m.miosito.it, www.miosito.it,..). Quindi possiamo dire che la categoria Videogiochi è disabilitata sul sito di finanza mentre è abilitata sul sito dei videogiochi. Fantastico vero?

Purtroppo non tutte le ciambelle escono con il buco e questo nuovo sistema ha una piccola/grossa carenza che speriamo a Mountain View si sbrighino a colmare. Purtroppo le percentuali di impression e guadagno a livello di dominio non vengono attualmente date e quindi risulta un pochino difficile riuscire a fare una buona ottimizzazione sul singolo sito se non per casi palesi come quelli dell’esempio che ho citato poco fa.

Quindi che dire… di corsa ad ottimizzare al meglio il vostro account!

Leave a Reply

Mauro Gadotti Articolo scritto da

Mauro Gadotti lavora come programmatore dal 1992 ed è specialista nei prodotti pubblicitari di Google sia per il mondo dei publisher (AdSense) che degli inserzionisti (AdWords). Ha aperto il suo primo account AdSense nel 2004 e quello AdWords nel 2005. Ama lo sci e la pesca che pratica col figlio Mattia. Autore del libro: Come AdSense può cambiarti la vita.

Contatta l'autore

Previous post:

Next post: