AdWords al BeWizard, secondo me

Di - 24 March 2014 - in
Post image for AdWords al BeWizard, secondo me

Essere presenti tra i relatori del Be-Wizard è già una grande soddisfazione. Esserlo perché invitato dal tuo editore – grazie Hoepli – è un’altra grande soddisfazione. Esserci e parlare di AdWords è quasi emozionante. Si perché sei lì, con una platea attenta e assetata di informazioni e naturalmente ti rendi conto poco di quanto puoi spingere sull’acceleratore quando di fronte hai un centinaio e forse più di persone, che con formazione diversa, si aspettano che tu possa essere veramente di aiuto. Il mio approccio all’insegnamento non cambia mai… credo che sia importante lasciare un ricordo positivo di sé a prescindere da quanto o come qualcuno investa su di te; ma ovviamente riconoscendo sempre il valore economico della prestazione. Questo è essenziale!

Partecipare per fare la “comparsata” è ingiusto nei confronti di se stessi, ma sopratutto di coloro che investono tempo e denaro su di te. Ho allora deciso di preparare una lezione basica, ma suggestiva, e questo perché quando accedo alle campagne per le quali mi chiedono consulenza, nel 90% dei casi manca proprio la base. Il piccolo anello della catena alimentare di AdWords. Il signor “parola chiave”… con tutte le sue corrispondenze.
E devo dire che quanto ho proposto ha suscitato interesse. Molte foto alle slide e qualche domanda “velenosa”, ma di quelle che piacciono a me. Perché fanno ragionare il cervello mio e della platea.

Senza niente togliere quindi a chi ha partecipato, riassumo, con soddisfazione, una vecchia cantilena, da non dimenticare mai… Come funzionano le corrispondenze. Fatene – sempre – buon uso.

Quali sono le corrispondenze delle parole chiave

La corrispondenza è il modo con il quale una parola chiave partecipa all’attivazione di un annuncio, in seguito alla QUERY di un utente. Le corrispondenze delle parole chiave sono:

  • generica
  • generica modificata
  • frase
  • esatta
  • inversa

Generica

Marcatori: nessuno
Esempio: hotel a roma
La parola chiave attiva l’annuncio quando avviene un’assonanza semantica e/o correlata. Si può attivare con le seguenti QUERY:

  • hotel a roma
  • hotel a roma 4 stelle
  • hotel a roma con piscina
  • roma, quale è il più economico hotel
  • b&b a roma
  • campeggio a viterbo

Generica Modificata

Marcatori: il segno +
Esempio: +hotel a +roma
La parola chiave attiva l’annuncio quando le parole contrassegnate dal segno “+” sono presenti nella query. Si può attivare con le seguenti QUERY:

  • hotel a roma
  • hotel a roma 4 stelle
  • hotel a roma con piscina
  • roma, quale è il più economico hotel
  • b&b a roma
  • campeggio a viterbo

Frase

Marcatori: la frase viene inserita tra virgolette
Esempio: “hotel a roma”
La parola chiave attiva l’annuncio quando la query presenta le parole in quell’esatto ordine, ma può essere presente qualcosa davanti o dietro alla frase. Si può attivare con le seguenti QUERY:

  • hotel a roma
  • hotel a roma 4 stelle
  • hotel a roma con piscina
  • roma, quale è il più economico hotel
  • b&b a roma
  • campeggio a viterbo

Esatta

Marcatori: la frase viene inserita tra parentesi quadre
Esempio: [hotel a roma]
La parola chiave attiva l’annuncio quando la query è scritta esattamente come la parola chiave. Si può attivare con le seguenti QUERY:

  • hotel a roma
  • hotel a roma 4 stelle
  • hotel a roma con piscina
  • roma, quale è il più economico hotel
  • b&b a roma
  • campeggio a viterbo

E’ importante ricordare che misspelling, singolari e/o plurali e varianti simili, sono possibili eccezioni. Per esempio [hotel a roma] attiverà probabilmente anche: hotel di roma / hotl a roma

Inversa

Marcatori: il segno -
Esempio: -piscina
La parola chiave impedisce l’attivazione dell’annuncio se nella query è presente la parola “negativa”. Si può attivare con le seguenti QUERY (nell’esempio sotto ipotizziamo l’uso di una generica):

  • hotel a roma
  • hotel a roma 4 stelle
  • hotel a roma con piscina
  • roma, quale è il più economico hotel
  • b&b a roma
  • campeggio a viterbo

Buon ripasso dunque… e… vi aspetto al Be-Wizard 2015!

Leave a Reply

Andrea "Blubit" Testa Articolo scritto da

Andrea "Blubit" Testa lavora come consulente per la pubblicità online dal 1993 e si è specializzato nelle campagne SEM dalle prime piattaforme di keyword advertising in pay-per-clic. E' Top Contributor di Google AdWords dal 2010.

Contatta l'autore

Previous post:

Next post: