AdWords Community Summit 2012 (il racconto)

Di - 22 October 2012 - in

L’AdWords Community Summit 2012, come evento che termina, lascia l’amaro in bocca perché ti consegna alla vita di tutti i giorni facendoti solo annusare come è la vita che si respira in Google.
Un po’ per il sole della California (30° il 18 ottobre), un po’ per l’entusiasmo del Campus tra piscine, beach volley, ciabatte, cani a passeggio, biciclette e ristoranti dove si mangia divinamente… bhé Google ti fa innamorare di Google. E’ il perfetto seduttore, fedele oltretutto, che non ti tradisce perché ti fa sentire parte di una famiglia anche se non sei vincolato da nessun tipo di legame. Non sei l’amante, anzi… non c’è niente di segreto nella relazione, sei piuttosto un fratello, o un amico fraterno, col quale puoi crescere insieme e godere del rispetto che non manca mai.

L’impressione è che se tra i due qualcuno dovesse tradire, sarebbe più facile che tradisse l’uomo più che il gigante… e che tra i due proprio Google sarebbe il più triste.

La Community di AdWords, intesa come grande entità senza “geolocalizzazione” è un gruppo sinergico, compatto, non ruffiano che anzi, avanza come romana falange in difesa della tutela del cliente. Il motivo – è vero – talvolta non è poetico o romantico… più contento è il cliente, più si guadagna tutti, ci mancherebbe. Coi sentimenti – forse – si guadagnava fino al 1800.

E così, insomma, Google ci ha consegnato due giorni forse ancora più intensi di quelli del 2011 regalando alla presentazione, un percorso di formazione veramente produttivo, con sessioni di lavoro straordinariamente educative anche per chi – come colui che vi scrive – opera ed educa sulla rete dal 1993. Un nome tra tutti? Avinash Kaushik! Straordinario oratore, coinvolgente e disponibile (che autografo mi ha “stampato” sul libro!!!). Spazia nella sala quasi mostrandosi “appiccicato” ad ognuno e veramente ti fa vedere il mondo da un altro punto di vista. Niente di così nuovo alla fine, è chiaro… ma solo un “apri gli occhi qui, perché è più importante di quanto sembri”.

Dopo Kaushik, Google ed il team della Community guidato straordinariamente da Eric Feron e Sophie Bromberg ci ha regalato altri momenti di formazione, condivisione, magia (letteralmente!) ed aggregazione.
Siamo entrati in modo approfondito su tematiche “critiche”, scoprendo qualche anticipazione ed evidenziando con più “polling” gli elementi più utili. Le domande, “smitragliate” senza pudore dai “commensali”, sono state affrontate a schiena dritta, anche quando qualche critica è venuta giù. Ed in tutto questo il team Italia (non siamo a Giochi senza Frontiere, ma un po’ di competizione buttiamola in campo no?) ha veramente ben figurato. La vincita di un Award, l’acclamazione a più di qualche idea, i complimenti per la crescita della Community seppur giovane, il riconoscimento degli altri utenti alla qualità dei nostri articoli. Insomma, la lascio alla fine, perché rimanga più impressa. Tutto questo è soprattutto merito di Viola Gauci, la nostra guida.

Grazie Viola, grazie Google! Grazie “AdWords Italian Community”.
Ci vediamo all’AWSummit2013.

Leave a Reply

Andrea "Blubit" Testa Articolo scritto da

Andrea "Blubit" Testa lavora come consulente per la pubblicità online dal 1993 e si è specializzato nelle campagne SEM dalle prime piattaforme di keyword advertising in pay-per-clic. E' Top Contributor di Google AdWords dal 2010.

Contatta l'autore

Previous post:

Next post: