Aggiornata l’applicazione di Google+ per Android

Di - 25 May 2012 - in

Finalmente giunge sui nostri smartphone la nuova versione dell’applicazione mobile di Google+ per il sistema operativo di Google. Rilasciata quasi due settimane fa sui terminali iOS, ha sollevato polemiche e perplessità vista la scelta di privilegiare un sistema operativo meno diffuso rispetto ad Android, come sarebbe stato ovvio.

Con questo nuovo update viene rifatta buona parte dell’interfaccia e vengono aggiunte numerose funzionalità già presenti nella versione web ma che ancora non erano disponibili sul corrispettivo mobile. Partendo dalle modifiche estetiche, decisamente appariscenti. Il design della UI risulta rivoluzionato sia rispetto alla precedente versione, sia rispetto alla versione navigabile con i nostri browser: in particolare la presentazione dello stream e dei post è passata da un minimalismo spinto, ad un overload degli elementi sullo schermo. Niente più spazi bianchi, che vengono riempiti da immagini, avatar, pulsanti. Ora un singolo post riempie gli schermi della maggior parte degli smartphone, permettendo una visione d’insieme più limitata e perdendo forse qualcosa a livello di immersività spaziale.

La scelta più controversa è sicuramente quella di sovrapporre il testo all’immagine contenuta nel post, rendendo talora illeggibili alcuni post. In generale questo sovraccarico di elementi e colori a video risulta piacevole all’occhio ma compromette parzialmente la leggibilità. Quindi un touch & feel ed una UI più raffinata, cool e trendy ma al contempo meno utilizzabile nel presunto uso intensivo che ne dovrebbe fare l’utente medio.

 

Passando invece alla parte funzionale, le novità introdotte, anche rispetto all’ultimo update su iOS, non sono poche. La più sottolineata nel post sul blog ufficiale è la possibilità di iniziare hangout in maniera più semplice da mobile e verso mobile. Giustamente questa killer feature cerca di prendere sempre più spazio anche su smartphone dove ha le potenzialità per fare concorrenza a programmi come Skype per quel che riguarda la comunicazione sincrona di un certo tipo.

 

Si continua con altre modifiche minori, come l’editing inline dei post, la possibilità di scaricare foto direttamente dalla app e la possibilità di mettere i +1 direttamente dallo stream, senza dover aprire i post.

In definitiva l’update risulta sostanzioso e ricco, sebbene su internet impazzi la polemica sulle scelte estetiche compiute dal team di sviluppo. Ci si può però porre il legittimo dubbio sulla necessità di un update del genere che rompe totalmente la consistenza visiva nei confronti del suo corrispettivo web, elemento che in futuro potrebbe portare a notevoli complicazioni tanto per gli sviluppatori, quanto per gli utenti che faranno solamente più fatica a fare post ben formattati e a ragionare su come renderli visivamente gradevoli.

Via | Google Blog

Leave a Reply

Simone Robutti Articolo scritto da

Laureato in Informatica, specializzato in sviluppo web e comunità virtuali, hardcore gamer, flamer per passione.

Contatta l'autore

Previous post:

Next post: