Al Google I/O potrebbe esserci ancora Jelly Bean in versione 4.3

Di - 6 May 2013 - in
Post image for Al Google I/O potrebbe esserci ancora Jelly Bean in versione 4.3

Con il Google I/O alle porte tutti i riflettori sono puntati sul prossimo grande aggiornamento di Android. Le voci di corridoio fino ad oggi davano come imminente la presentazione della versione 5.0 del sistema operativo mobile, nome in codice Key Lime Pie. Ma grazie ad un’attenta analisi dei log delle connessioni al sito AndroidPolice, si sono estrapolate delle informazioni interessanti. Sembra infatti che la versione, probabilmente presentata alla conferenza di Maggio, sarà la 4.3, denominata ancora Jelly Bean.
Nonostante non sia inusuale modificare il modo in cui il browser viene visto sul web, in questo caso ci sono delle prove inconfutabili della genuinità dell’informazione.

Il codice JWR23B infatti appartiene a due IP che sono stati tracciati e appartengono a degli impiegati di Google, al lavoro su Android. A sostegno di questa tesi ci sono anche i dispositivi utilizzati, Nexus 4 e 7, che sono i device di sviluppo utilizzati a Mountain View. Inoltre il numero della build, JWR23B per l’appunto, è comparsa in diversi commenti ad alcuni bug riportati da uno sviluppatore di Chromium.

Sebbene è ormai tradizione il rilascio di una nuova versione in occasione del Google I/O sembra che siano diversi i motivi per cui si è deciso di perfezionare Jelly Bean evitando di immettere sul mercato un prodotto con molti cambiamenti strutturali. È stato dato così più tempo ai produttori di hardware per fare in modo che riuscissero a concentrare le risorse necessarie per il prossimo grande passo: Android 5.0 .

Fonte | AndroidPolice

Leave a Reply

Emanuele Boncimino Articolo scritto da

Web designer, sviluppatore, tech specialist ed Android Guru: sono gli obiettivi che vorrebbe raggiungere nel lungo termine. Mantiene un ottimo grado di conoscenza del mondo racimolando news estere. Sempre alla ricerca di sfide che possano nutrire la propria mente: Engeene è tra queste.

Contatta l'autore

Previous post:

Next post: