Apple-Samsung: il Galaxy Tab torna in commercio. Multa per Apple?

Di - 3 October 2012 - in

Ennesimo episodio nella telenovela Apple vs Samsung. Questa volta la vittoria è di Samsung che ottiene l’annullamento del divieto di commercializzazione del Galaxy Tab 10.1 sul territorio U.S.A., così come già ordinato circa tre mesi fa dal giudice Lucy Koh.

Samsung ha impugnato l’ordinanza del giudice Koh del 26 giugno avvalendosi di un dettaglio rilevato nel verdetto emesso all’epoca dalla giuria: il Galaxy Tab 10.1 ha sì violato alcuni brevetti Apple, però non ha violato quello fondamentale sul design del prodotto che per Apple, invece, costituiva il cuore di tutta l’azione legale. Pertanto, forte di questa osservazione, Samsung ha impugnato l’ordinanza davanti alla Corte Federale – l’organismo giurisdizionale di grado superiore – la quale ha immediatamente reindirizzato la decisione al giudice Koh, ordinandole di decidere sul caso.

Il giudice Koh, quindi, ha annullato la propria ordinanza immediatamente motivando la decisione con la circostanza per cui “il pubblico non ottiene alcun beneficio in più nell’uso di prodotti che non violano brevetti” e riconosce l’interesse primario di Samsung a reimmettere il prodotto sul mercato.

In aggiunta, il giudice Koh ha trattenuto la cauzione di 2.6 milioni di dollari che Apple ha versato come condizione per ottenere l’ordinanza preliminare; tale somma potrebbe successivamente essere erogata a favore di Samsung se le verrà riconosciuto un danno derivante dalla mancata commercializzazione del prodotto Galaxy Tab. Il giudice Koh deve ancora decidere su questo punto e si è limitata a commentare che “il danno potrebbe essere minimo dal momento che il Galaxy Tab 10.1 non è l’ultimo prodotto realizzato da Samsung“.

In attesa che il giudice decida anche su questo particolare, bisogna giusto ricordare che, mentre Apple ha avviato una nuova azione legale chiedendo il divieto di commercializzazione su altri prodotti Samsung e altri 707 milioni di dollari, dal canto suo l’azienda coreana ha mantenuto la promessa e ha avviato una controazione per ottenere il divieto di commercializzazione dell’iPhone 5 poiché esso incorpora la tecnologia LTE della quale Samsung e HTC detengono i brevetti..

Alla prossima puntata, quindi.

Leave a Reply

Matteo Luigi Riso Articolo scritto da

Avvocato, programmatore, geek tutto in uno. Una passione smodata per la tecnologia e l’informatica, avido utilizzatore di Google e Android. La sua missione è divulgare e far comprendere la tecnologia e gli aspetti ad essa connessi.

Contatta l'autore

Previous post:

Next post: