Balsamiq Mockup su Google Drive

Di - 16 July 2012 - in

La cosa che piú distingue Google Drive da altri servizi di cloud storage è la possibilità di integrare con la piattaforma degli applicativi di terze parti. Si possono infatti creare programmi da far girare come plugin in Google Chrome, capaci di leggere e scrivere su Drive come se fosse un disco locale, e di aprire direttamente file presenti su Drive dal browser.

Recentemente, ai programmi proposti, si è aggiunto l’ottimo Balsamiq Mockups. Si tratta di un software molto interessante, sviluppato dall’italiana Balsamiq, piccola azienda che deve il suo successo proprio all’ottimo Mockups.

Mockups, come il nome lascia immaginare, è un programma per realizzare modelli, nello specifico modelli di interfacce grafiche (soprattutto per siti web). I modelli vengono creati con uno stile che ricorda molto gli schizzi a matita, e la vasta libreria di elementi e controlli permette la realizzazione molto rapida di prototipi dettagliati e completi.

Un software di questo tipo è decisamente molto comodo a chiunque si occupi della progettazione di software o siti internet, per lavorare con i clienti ad un progetto grafico chiaro, senza trovarsi a dover modificare pesantemente tutto a lavoro ultimato. Google Drive si dimostra la base perfetta per questo tipo di attività, permettendo di mostrare facilmente e in tempo reale il risultato al cliente, senza scambi continui di email con allegati anche pesanti (considerato che spesso per queste cose si utilizzano immagini).

L’idea ha infatti riscosso da subito un grande successo, nonostante i bug delle prime versioni (realizzate in poche ore), ora corretti con l’intera riscrittura del backend del sistema. Molto bello vedere come una piccola azienda (una decina di persone, sebbene abbia diverse sedi anche in USA) riesca, con un’ottima idea, ad avere successo e continui ad innovare appoggiandosi alle ultime tecnologie disponibili sul mercato. Le grandi aziende spesso non hanno il know-how necessario e non rischiano nell’acquisirlo, mentre la Balsamiq in pochi giorni ha tirato su una demo, una beta e una stabile di un prodotto di ottima qualità e davvero molto utile. Il tutto nonostante le difficoltà incontrate inizialmente, in particolare con OAuth, sistema effettivamente non rapidissimo da comprendere.

Potete installarlo dal Market, la demo è gratuita per una settimana, dopo la quale l’utilizzo costa 5€ al mese o 50€ l’anno, davvero un costo basso per un utilizzo professionale.

Buon lavoro!

Via | Google Apps Developer Blog

Leave a Reply

Lorenzo Breda Articolo scritto da

Studente di Informatica a Roma, si occupa di programmazione web sopratutto lato server, e di accessibilità del web. Utilizza e ama Debian GNU/Linux, e si interessa di fisica, fumetto, trekking e fotografia (gli ultimi due possibilmente abbinati). Collabora con Googlab da aprile 2012.

Contatta l'autore

Previous post:

Next post: