[Blogger] Dynamic Views e i gadget anti-disturbo

Di - 1 March 2012 - in
Nel corso del settembre 2011, Google ha presentato molte novità, tra cui Dynamic Views, una serie di template che facilitano l’utente nella lettura dei blog (e i proprietari, poichè hanno a disposizione un prodotto già completo e fruibile). Ora ci vengono presentati nuovi strumenti che completano l’esperienza utente offerta dal suddetto servizio: i gadget.
La logica che governa i template Dynamic Views è la stessa che permea tutti i prodotti Google e che vediamo realizzarsi anche nell’inserimento dei gadget all’interno dei template stessi. Sto parlando della logica minimalista, che ha spinto Chrome a eliminare ogni elemento superfluo e ridurre al minimo l’ingombro, soprattutto in altezza, che ha portato l’interfaccia di Search ad essere così sobria come la vediamo ogni giorno e così via.

Da questa logica nasce un pannello (quello che ospita i gadget) che non è inserito in qualche parte della pagina, almeno non direttamente. Lo troviamo al lato destro, nascosto. Infatti, ciò che vediamo è una barra nera verticale, che si sovrappone alla barra di scorrimento della pagina. I gadget vengono quindi visualizzati solo quando serve: basta passare con il mouse nei pressi della già citata barra nera per far comparire il pannello nel quale sono presenti questi strumenti.

Gli strumenti che ci sono messi a disposizione sono: archivio, followers, etichette, profilo, abbonarsi e la lista dei link, tutti gadget che permettono all’utente di navigare meglio all’interno del blog (soprattutto se può vantare numerosi contenuti) o seguirlo tramite e-mail o feed RSS.

I gadget sono attivati automaticamente a chi già utilizza Dynamic Views e saranno naturalmente attivi anche per chi decidesse di adottare uno dei template offerti.

Via | Blogger

Leave a Reply

Mattia Migliorini Articolo scritto da

Studente di informatica presso l'Università di Padova, web designer, amante di Linux e dell'open source in generale. Membro di Ubuntu e di 2viLUG, da gennaio 2012 è collaboratore di Engeene.

Contatta l'autore

Previous post:

Next post: