Canonical chiude Ubuntu One

Di - 3 April 2014 - in
Post image for Canonical chiude Ubuntu One

Con un post di ieri sul suo blog, Canonical ha annunciato l’imminente chiusura di Ubuntu One, il servizio di archiviazione e sincronizzazione cloud associato alla popolare distribuzione Ubuntu Linux.
La ragione di questa chiusura risiede in quella che Canonical definisce come “guerra dello storage gratuito” e che vede nei suoi principali concorrenti, Google, Microsoft, Amazon e Dropbox in primis, politiche particolarmente aggressive. Canonical non è semplicemente in grado di tenere il passo con la quantità di spazio offerto gratuitamente, o a prezzi molto bassi, dai concorrenti.

Proprio il mese scorso Google ha operato un’operazione di sconti molto forte sul suo servizio Google Drive che ora offre 100 Gb a 1,99$/mese (circa 1,44€) ed 1 Tb a 9,99$/mese (circa 7,34€).

Già oggi non è possibile acquistare spazio su Ubuntu One, mentre c’è tempo fino al 31 luglio per scaricare i propri contenuti ospitati nel servizio. Dopo tale data i contenuti verranno cancellati.

Ubuntu One rappresenta la prima vittima celebre di questa “guerra” che vede chiaramente i giganti del web avvantaggiati dalla possibilità di scalare più facilmente grazie alla propria struttura di datacenter localizzati globalmente. Personalmente non mi dispiace questa decisione di Canonical che abbandona un comparto difficile dal punto di vista della gestione tecnica, di sicurezza, di privacy ed economica, e riduce così una dispersione di risorse che possono essere dirottate nuovamente sul suo prodotto pricipale: Ubuntu.

Fonte | Canonical Blog

Fonte Immagine | Faber

 

Leave a Reply

Gabriele Visconti Articolo scritto da

Editor in Chief per Engeene. Appassionato di Linux, FOSS, videogame e, da poco, di cucina. Parla quattro lingue ed ama leggere libri in lingua inglese.

Contatta l'autore

Previous post:

Next post: