Chrome 24 stabile

Di - 18 January 2013 - in

Il canale stabile di Google Chrome è stato aggiornato alla versione 24, che è disponibile già da qualche giorno per desktop, ovvero su Linux, Mac OS X, Windows e Chrome Frame, il quale permette di utilizzare il browser di Google all’interno di Internet Explorer. In particolare, la nuova versione è la 24.0.1312.52 e si tratta del primo rilascio stabile con il supporto per MathML. Questa versione, inoltre, contiene Adobe Flash Player 11.5.31.137 e comprende miglioramenti alla velocità così come alla stabilità. Vediamo nel dettaglio alcune di queste novità.

Supporto a datalist in date e time

Datalist permette di inserire una lista di opzioni di data e ora per elementi input, lasciando comunque all’utente la possibilità di inserire valori arbitrari. Un uso di questo tipo (che vediamo applicato nell’immagine che segue) può essere permettere agli utenti di scegliere l’orario dei pasti.

datalist

MathML

Ora in MathML è possibile inserire formule matematiche che saranno poi coerentemente visualizzate nel Web. Questo supporto è stato integrato in particolare grazie all’impegno di Dave Barton, volontario di WebKit.

MathML

Altre nuove funzionalità

Questo rilascio è ricco di nuove interessanti funzionalità:

  • I filtri CSS personalizzati sono stati introdotti come flag, quindi sono raggiungibili all’indirizzo chrome://flags oppure about://flags. Questi filtri permettono di applicare degli effetti come sfogliare le pagine semplicemente via HTML e CSS.
  • Il browser ora legge l’attributo autocomplete in base alle specifiche. È possibile utilizzarlo per controllare quali tipi di dati salvati dall’utente devono essere utilizzati per riempire preventivamente gli elementi input. Un esempio è street-address.
  • Alcune funzionalità sono state aggiunte con un prefisso: -webkit-hyphens dà un maggior controllo sulla sillabazione delle nuove linee e -webkit-clip-path permette di inserire elementi DOM in una forma geometrica SVG.

API senza prefisso

Tra le API senza prefisso di questo rilascio troviamo:

  • IndexedDB, delle API per uno storage client-side che offre un rapido accesso a grandi quantità di dati strutturati;
  • Intl, che aggiunge un supporto per l’internazionalizzazione JavaScript di: formato date, formato numeri, didascalie e segmentazione non standard; aggiunge inoltre nuove time zone;
  • postMessage abilita la comunicazione cross-origin;
  • requestAnimationFrame per ottime animazioni JavaScript;
  • performance.now() per un affidabile timing in alta risoluzione.

Le versioni con prefisso di queste API non sono più supportate.

Esperimenti rimossi

Con l’avanzare della tecnologia, alcune funzionalità diventano obsolete. Per questo motivo, già con il rilascio della Beta, da Chrome 24 sono state rimosse le API WebKitBlobBuilder, rimpiazzate da Blob constructor e il metodo Blob.webkitSlice() è stato sostituito con Blob.slice().

Sicurezza

Un nuovo rilascio comporta numerosi annunci riguardanti la sicurezza, pertanto non li elencheremo tutti (sono davvero troppi), ma ci limiteremo a prendere in considerazione la quantità dei problemi risolti su questo importantissimo fronte, invitandovi comunque ad approfondire i dettagli, se lo desiderate.

Con questo aggiornamento vengono risolti ben 24 bug di sicurezza, dei quali facciamo una suddivisione sommaria in base all’importanza:

  • livello alto: 11;
  • livello medio: 8;
  • livello basso: 5.

Non tutti questi bug affliggevano le varie piattaforme interessate dall’aggiornamento: due bug di basso livello interessavano solamente Windows, uno solamente Linux e uno di medio livello affliggeva Mac. È interessante notare anche che solo tre bug, tutti di livello alto, sono stati risolti per merito di esterni, i quali hanno ricevuto un compenso di 6000 dollari (un solo bug ne ha fruttati 4000, gli altri 1000 ciascuno), mentre i restanti 21 sono stati risolti dal personale di Google. Ricordiamo, inoltre, che non sono ancora state divulgate tutte le vulnerabilità risolte con questa versione, per non mettere a rischio gli utenti che ancora non hanno aggiornato il browser.

Via | Chrome ReleasesChromium Blog

Leave a Reply

Mattia Migliorini Articolo scritto da

Studente di informatica presso l'Università di Padova, web designer, amante di Linux e dell'open source in generale. Membro di Ubuntu e di 2viLUG, da gennaio 2012 è collaboratore di Engeene.

Contatta l'autore

Previous post:

Next post: