Chrome Beta: migliorato il controllo ortografico

Di - 5 March 2013 - in

Abbiamo già visto che da qualche giorno è diventata stabile la versione 25 del nostro amato browser Google Chrome, con tutte le novità che essa ha introdotto. È però lecito che ci si chieda cosa accade negli altri canali, quindi oggi parliamo del canale Beta, nel quale è stato introdotto un interessante miglioramento al controllo ortografico.

Siete stanchi di vedervi segnalate come errori delle parole corrette? Vediamo cosa ci propone Google.
Come prima cosa, sono stati rinnovati i dizionari predefiniti e aggiunte nuove lingue: albanese, koreano e tamil. Chi sincronizza i propri dati può godere di un vantaggio ulteriore: la sincronizzazione del proprio dizionario personalizzato tra dispositivi diversi, così da non dover ripetere per ognuno di questi le parole insegnate ad un altro. Un caso emblematico è quello del nome: passi per il nome proprio, che in molti casi viene riconosciuto, ma il cognome dobbiamo inserirlo nel dizionario, altrimenti continuerà ad essere segnalato come errore.

Ci sono novità anche per chi, utilizzando la lingua inglese, ha abilitato la funzionalità “Ask Google for Suggestions“: per questi utenti sono in arrivo il supporto per la grammatica, gli omonimi e controlli sulla base del contesto; tutte funzionalità che sfruttano le stesse tecnologie utilizzate da Google Search. Oltre a ciò, sta per arrivare anche il supporto per altre lingue.

Questo nuovo motore di controllo ortografico è disponibile anche su Google Docs, dove può mostrare tutta la sua utilità. Ora riconosce anche nomi di personaggi famosi come “Justin Bieber” (oh God, proprio lui?!).

La novità di oggi è già disponibile nel canale Beta di Google Chrome in Linux, Chrome OS e Windows, mentre su Mac OS arriverà a breve.

Via | Google Chrome Blog

Leave a Reply

Mattia Migliorini Articolo scritto da

Studente di informatica presso l'Università di Padova, web designer, amante di Linux e dell'open source in generale. Membro di Ubuntu e di 2viLUG, da gennaio 2012 è collaboratore di Engeene.

Contatta l'autore

Previous post:

Next post: