[Chrome] In aiuto ai non vedenti: API per la sintesi vocale

Di - 22 October 2011 - in

Vi abbiamo già parlato di tre funzioni di prodotti Google legate all’utilizzo da parte di utenti con disabilità fisiche. Si tratta nella fattispecie di una funzione che facilita gli hangout in Google+ da parte di sordomuti, e della possibilità di richiamare diverse funzioni di Android tramite la voce per i non vedenti e, da ultimo, l’accessibilità per disabili in Google Docs, Sites e Calendar.
Restiamo in argomento per presentarvi le API per la sintesi vocale in Chrome.

Il team di Chrome ha infatti rilasciato delle API che permettono a chiunque di implementare le stesse funzioni di sintesi vocale di Chrome Vox, il lettore di schermi di Chrome, a qualsiasi estensione o app.
Farlo è molto semplice; è sufficiente includere tts ai permessi nel manifesto della app o dell’estensione e poi scrivere:

chrome.tts.speak('Hello, world!');

Similarmente i comandi per fare altre cose sono altrettanto semplici.
Per esempio:

chrome.tts.stop();

Per interrompere la sintetizzazione.

chrome.tts.speak(
'Hello, world.', {'lang': 'en-US', 'rate': 2.0});

Per specificare la lingua, il tono e la velocità di riproduzione.

Nella pagina di Chrome TTS (Text-to-Speach) troverete tutte le informazioni riguardanti le chiamate per implementare questa potente estensione di Chrome alle vostre estensioni o app.
Per avere invece un’idea delle potenzialità di queste API potete installare questa app demo dal Chrome Web Store.

Questo esempio fa uso di una voce in inglese, tuttavia è naturalmente possibile installare altre voci di terze parti.
Un’altra API, correlata a quella di cui abbiamo parlato, si chiama TTS engine API e permette agli sviluppatori di implementare un motore per la voce come se fosse un’estensione di Chrome.
Gli utenti poi non dovranno fare altro che installare la voce come una normalissima applicazione, e questa verrà richiamata.
Se l’utente non ha nessuna voce installata, Chrome utilizzerà automaticamente quella nativa del sistema operativo. Purtroppo al momento manca il supporto per Linux (sigh!) ma verrà presto implementato e, in ogni caso, tts è pienamente supportata anche su questo sistema operativo nel momento in cui un utente installa una voce.

Queste API danno la possibilità a chiunque di rendere le proprie app o estensioni di Chrome fruibili da tutti, inclusi coloro che hanno disabilità visive.
Se avete intenzione di implementarle in un vostro progetto, fatecelo sapere e non mancheremo di informare la comunità dei lettori di Googlab!

Via | The Official Google Code Blog

Leave a Reply

Gabriele Visconti Articolo scritto da

Editor in Chief per Engeene. Appassionato di Linux, FOSS, videogame e, da poco, di cucina. Parla quattro lingue ed ama leggere libri in lingua inglese.

Contatta l'autore

Previous post:

Next post: