Come trovare le keyword che pagano di più in AdSense

Di - 5 April 2013 - in
Post image for Come trovare le keyword che pagano di più in AdSense

Rieccoci al nostro appuntamento per imparare qualcosa di nuovo in AdSense. Come promesso nell’ultimo articolo “Come incrementare il CPC in AdSense” oggi vedremo come è possibile trovare le parole che pagano maggiormente in AdSense.

Innanzitutto vorrei specificare che questo metodo non deve essere adoperato per creare da zero un sito sulle parole che pagano maggiormente. I siti di successo sono quelli che parlano delle nostre passioni, perché creeremo così un sito col cuore, per condividere la nostra conoscenza, ed i guadagni saranno un plus al nostro divertimento. Creare un sito pensando solo al guadagno difficilmente porterà ad un sito di successo, proprio perché non si farà la cosa con la necessaria passione e chi naviga se ne accorge (e Google pure).

Fatta questa doverosa premessa passiamo al dunque. Come sappiamo, la maggior parte dei guadagni che facciamo in AdSense sono “passati” da AdWords e quindi qual’è il miglior strumento per poter capire i guadagni che faremo? Il tool che la fa da padrone è “Google keyword tools”. Per chi ha un account AdWords lo si trova nel menù “strumenti e analisi” > “Strumento per le parole chiave”. Lo strumento per chi ha AdWords è leggermente differente, ma per il nostro scopo entrambi vanno bene, anche se all’interno di AdWords abbiamo qualche informazione interessante in più.

Il trucco sta nel trovare le parole chiave più ricercate nell’ambito del nostro sito web. Per fare questo, dopo essere entrati nel “Google Keyword tools”, come prima cosa, è importante verificare che nella sezione “Opzioni avanzate e filtri” sia selezionato “Italia” e “italiano”; è poi possibile inserire direttamente nel campo “Sito web” la nostra pagina sotto esame e quindi premere il tasto “Cerca”. Un altro sistema è quello di inserire nel campo “Categoria” la categoria che riguarda il nostro sito, oppure nel campo “Parola o frase” qualcosa di inerente la nostra pagina. I risultati trovati con queste ricerche li ordineremo per “Ricerche mensili locali” e valuteremo le parole più ricercate con un occhio di riguardo alla colonna “Concorrenza” che dovrà valere possibilmente “Alta”. Per chi utilizza AdWords, nel tasto “Colonne” in alto a destra, suggerisco di aggiungere la colonna “CPC approssimativo (rete di ricerca)” ed ordinare per quel valore che parla già da solo dicendoci praticamente quanto possiamo guadagnare (ricordiamoci che ai publisher va il 68% della cifra che vediamo). Nell’esempio riportato sotto vediamo come “ristorante milano pesce” nelle varie combinazioni, porti a CPC superiori al dollaro ed una medio-alta concorrenza con un discreto volume di ricerche.

Una volta selezionate le nostre 2-3 chiavi migliori, vedremo di adoperarle al meglio all’interno della nostra pagina, magari mettendole in grassetto 😉

Ora di corsa a provare questo nuovo trucchetto e ricordiamoci che dopo la modifica della pagina ci possono volere anche alcuni giorni prima che AdSense possa infilare le pubblicità perfettamente contestuali.

Leave a Reply

Mauro Gadotti Articolo scritto da

Mauro Gadotti lavora come programmatore dal 1992 ed è specialista nei prodotti pubblicitari di Google sia per il mondo dei publisher (AdSense) che degli inserzionisti (AdWords). Ha aperto il suo primo account AdSense nel 2004 e quello AdWords nel 2005. Ama lo sci e la pesca che pratica col figlio Mattia. Autore del libro: Come AdSense può cambiarti la vita.

Contatta l'autore

Previous post:

Next post: