Consigli agli sviluppatori Android per migliorare le applicazioni

Di - 25 June 2013 - in
Post image for Consigli agli sviluppatori Android per migliorare le applicazioni

Uso dispositivi Android dal 2009, quando acquistai uno smartphone HTC Magic con Android 1.5 Cupcake. In questi anni ho installato e usato molte applicazioni gratuite e a pagamento su alcuni smartphone e tablet Google experience. Sono ormai un utente avanzato ed esigente ed ho una buona familiarità con il sistema operativo mobile di Google.

Avendo acquisito sufficiente sensibilità e attenzione nel riconoscere le applicazioni utili e di qualità, vorrei trasmettere questa esperienza agli sviluppatori Android attraverso una serie di consigli, in particolare su alcuni aspetti trascurati del processo di sviluppo e distribuzione. Aiuteranno a migliorare il gradimento dei prodotti evitando frustrazioni agli utenti.

La maggior parte dei consigli dovrebbero essere suggeriti dal senso comune e dall’uso frequente di Android, ma è incredibile il numero di applicazioni che li ignorano peggiorando l’usabilità. Potrei riassumerli invitandoti a prestare la massima attenzione ai dettagli. Un’attenzione che sarà notata ed apprezzata da chi contribuisce a fare conoscere i tuoi prodotti, gli utenti più entusiasti e i blogger di settore.

I programmatori Android dovrebbero seguire l’esempio degli autori che auto-pubblicano ebook su Amazon. Questi scrittori indie hanno capito i vantaggi di visibilità nel curare dettagli apparentemente minori come la copertina, la correttezza stilistica e grammaticale del testo e i metadati.

Potrai avere l’impressione che i miei suggerimenti siano dei rant e che abbia preso in prestito il lanciafiamme di Linus. Ma il mio spirito è costruttivo e mi auguro che i consigli siano una risorsa utile agli aviluppatori, soprattutto quelli che si chiedono perché i loro prodotti non abbiano successo.

Pianificazione

Evita i generi inflazionati

È possibile che il milionesimo—yawn—gioco o applicazione di gestione di liste todo, task manager, calcolatrice, file manager, calendaro o messaggistica riesca a risultare innovativa ed emergere in questi e altri generi inflazionati, ma è molto difficile. Meglio differenziarsi ideando applicazioni originali e di nicchia di nuovo tipo, che svolgano compiti per cui c’è poca o nessuna scelta. È più facile farsi notare.

Con tutti i giochi nel Play Store (qui la sezione NUOVE GRATIS) è difficile farsi notare, meglio sviluppare applicazioni in altri generi.

Con tutti i giochi nel Play Store (qui la sezione NUOVE GRATIS) è difficile farsi notare, meglio sviluppare applicazioni in altri generi.

Confessione: non uso giochi, preferisco le applicazioni che risolvono problemi specifici. Forse ci sono molti altri utenti che la pensano come me. Siamo ansiosi di acquistare i tuoi prodotti, se non sono giochi.

Funzionalità

Non usare font troppo piccoli

Verifica la leggibilità di tutti gli elementi testuali facendo provare l’applicazioni anche a utenti con vista ridotta o un’età di almeno una quarantina d’anni, con schermi piccoli e grandi (testi leggibili su uno smartphone possono risultare troppo piccoli su un tablet se non adeguatamente scalati), e in diverse condizioni di illuminazione ambientale.

Nell’applicazione ISS Live! della NASA i testi sono facilmente leggibili sullo schermo di uno smartphone, con un microscopio.

Nell’applicazione ISS Live! della NASA i testi sono facilmente leggibili sullo schermo di uno smartphone, con un microscopio.

Rimarrai sorpreso dai problemi di leggibilità. Se sei un giovane programmatore con una vista da aquila il tuo giudizio non è attendibile. Offri opzioni per modificare la dimensione dei font, le impostazioni di sistema di Android possono non bastare.

Non cancellare le impostazioni quando l’applicazione viene aggiornata

Srsly? Non farlo, davvero.

Fai ogni sforzo per non cancellare le impostazioni e le preferenze dell’utente quando viene installata una nuova versione, o almeno avverti quando accade. Evita che l’utente debba reinserire queste scelte lasciando all’applicazione il compito di effettuare le conversioni e gli adattamenti dei dati necessari.

Implementa la condivisione standard di Android

Non reinventare metodi parziali e limitati per la condivisione dei dati. Usa le funzionalità standard di Android per la condivisione, cioè il meccanismo degli intenti. A volte il mancato uso degli intenti è dovuto all’impiego di framework multipiattaforma che non si integrano pienamente con nessuno dei sistemi operativi mobile supportati.

Rendi opzionalmente disponibile l’interfaccia utente in inglese

Se la tua applicazione è distribuita internazionalmente in più lingue, oltre alla traduzione italiana dai la possibilità di impostare l’inglese anche se la lingua di sistema è l’italiano. L’assenza dell’inglese penalizza gli utenti avanzati, che pensano istintivamente nella lingua internazionale dell’informatica e della tecnologia.

La bizzarra e incomprensibile traduzione italiana di un messaggio dell’applicazione di disegno Sketch che chiede se cancellare un “rincarò”.

La bizzarra e incomprensibile traduzione italiana di un messaggio dell’applicazione di disegno Sketch che chiede se cancellare un “rincarò”.

Quando leggo “default”, “settings” o “folder” capisco perfettamente all’istante cosa intende lo sviluppatore. La terminologia informatica inglese è standardizzata e uniformemente nota. I traduttori italiani, pur con le migliori intenzioni, sembrano invece inventare ogni volta nuovi termini che a volte sono incomprensibili o ambigui.

Ottimizza l’applicazione anche per i tablet

I tablet Android sono sempre più diffusi, gli strumenti di sviluppo migliorano e non ci sono più scuse per non ottimizzare le applicazioni anche per questi schermi e layout, soprattutto quelle a pagamento. Lo sforzo di programmazione aggiuntivo è contenuto.

Distribuzione e marketing

Rivela sempre se un’applicazione include pubblicità

Le applicazioni con pubblicità sono un modo efficace per distribuire prodotti gratuiti sostenendo economicamente gli sviluppatori. Ma ci sono buone ragioni per evitare le applicazioni finanziate dalla pubblicità: la diminuzione della superficie utile di visualizzazione, il traffico dati aggiuntivo, i rischi di sicurezza per l’uso di reti pubblicitarie di dubbia affidabilità e la vulnerabilità al malware.

Nella descrizione delle tue applicazioni nel Play Store indica sempre se includono pubblicità. Non rivelarlo esplicitamente mette in discussione il rapporto di fiducia fra sviluppatore e utente.

Confessione: quando scopro che un’applicazione ha pubblicità ma non lo dice sono fortemente tentato di scrivere una recensione non del tutto lusinghiera e dare un voto basso.

Offri versioni a pagamento delle applicazioni gratuite con pubblicità

Se una tua applicazione gratuita si finanzia con la pubblicità, rendine disponibile anche una versione a pagamento per chi non vuole la pubblicità e non userebbe la versione gratuita. I vantaggi superano il limitato sforzo di programmazione aggiuntivo. No, non è vero che gran parte degli utenti Android sono parsimoniosi, come sembrano pensare molti sviluppatori iOS.

Includi sempre il changelog negli aggiornamenti. Ho già detto sempre?

Ogni giorno il Play Store mi segnala almeno un paio di applicazioni da aggiornare. Ti aspetti che vada a controllare ogni widget di ogni schermata di ogni applicazione aggiornata per scoprire cosa è cambiato?

Fornisci nell’apposita sezione del Play Store una lista completa delle modifiche per ogni nuova versione. Ogni nuova versione.

No, non basta scrivere frettolosamente “bugfix”. Se una nuova versione corregge un bug grave, per esempio che blocca lo smartphone richiedendo la rimozione della batteria per riottenere il controllo, voglio esserne informato. Se lo spazio sul Play Store è limitato, includi un link a una tua presenza online dove non hai vincoli di spazio.

Non è sufficiente nemmeno “minor improvements”. Quali miglioramenti? Minori in base a quali criteri? Spiega.

Un changelog aggiornato è anche un’opportunità di marketing. I blogger e gli utenti avanzati possono segnalare la tua nuova versione e spiegare cosa c’è di nuovo, utile o interessante.

Confessione: dò il voto di una stella alle applicazioni recidive nella mancanza di changelog.

Non chiedere con insistenza di recensire l’applicazione

Alcune applicazioni visualizzano periodicamente notifiche o messaggi che invitano a recensire l’applicazione sul Play Store e dare un voto, ma sono troppo insistenti. Non farlo, infastidisce gli utenti ed è controproducente.

Confessione: a volte cedo e recensisco l’applicazione, ma dò il voto di una stella.

Rispondi alle mail degli utenti

Rispondi sempre agli utenti che scrivono per segnalare bug, offrire feedback e critiche costruttive o complimentarsi. Gli altri dovrebbero ricevere almeno una risposta automatica. Ignorare le mail non è il modo migliore per guadagnarti la stima degli utenti.

Mantieni una presenza online

Crea una presenza online per la tua applicazione con strumenti di microblogging o social network come una pagina Google+ o Facebook, o un account Twitter. Sono gratuiti e richiedono poco impegno permettendo di pubblicare rapidamente contenuti brevi. Fornisci consigli d’uso, schermate, notizie sullo sviluppo, aggiornamenti e changelog—ho già detto che devi pubblicare sempre i changelog?

Una presenza online è uno strumento di promozione che offre spunti e materiale ai blogger e agli utenti avanzati. È anche un modo per mostrare che l’applicazione è supportata e non l’hai abbandonata.

Leave a Reply

Articolo scritto da

Paolo vive a Milano dove si occupa di divulgazione e didattica dell'astronomia e dello spazio. Per le sue attività informatiche ha scelto Linux, Android e i prodotti Google, che segue e approfondisce.

Contatta l'autore

Previous post:

Next post: