[Consumer Survey] Google debutta nelle ricerche di mercato

Di - 4 April 2012 - in
Con Google Consumer Surveys, qualunque azienda può disporre di un modo “veloce, accurato e alla portata di tutti di svolgere ricerche di mercato online”, a prescindere dal grado di penetrazione del mercato di riferimento e dalle dimensioni.

Quando pensi che Google Inc. sia ormai presente in tutti i rami che hanno a che vedere con la raccolta ed elaborazione dei dati, ecco che viene divulgata l’esistenza di un nuovo progetto.
Con Consumer Survey i maggiori vantaggi saranno chiaramente tratti dalle piccole aziende, che non hanno risorse interne adibite allo scopo e hanno difficoltà a potersi permettere un servizio di rilevamento.

Il funzionamento dei consumer surveys è piuttosto semplice: vengono forniti dei template personalizzabili e già pronti da riempire con i propri dati. Poi si sceglie il target – che può essere l’intera popolazione USA oppure un’audience più specifica – e si determina il numero e il tipo di risposte desiderate.

Le persone che sul web vedranno il questionario riceveranno un “bonus” (che può essere l’accesso a qualche contenuto speciale, per esempio) in cambio della compilazione. Per ogni questionario portato a termine, il publisher della pagina che lo ha ospitato avrà diritto a un pagamento. Il committente della ricerca riceve poi da Google i dati desiderati in forma strutturata e corredati di analisi, facilmente consultabili online e in tempi ristretti.

In futuro dunque potremo vedere comparire sul nostro monitor un sondaggio, al posto di uno spot pubblicitario prima del video su Youtube che vogliamo vedere? I vantaggi per aziende e siti che ospiteranno sondaggi e questionari sono indubbi, ma i consumatori cosa ne penseranno? Varrà la pena di rispondere a domande sui nostri gusti, preferenze, opinioni, e in cambio di cosa? Quanti risponderanno volentieri a domande che probabilmente non avranno nulla a che vedere con il sito che stiamo visitando? Non sarà che svilupperemo presto una cecità selettiva a questo genere di cose, come già succede da anni con i banner pubblicitari?
Per il momento i sondaggi sono disponibili solo negli USA ed è presto per dirlo.


Via | 9to5googleAdweek

Leave a Reply

Roberta Ranzani Articolo scritto da

Lifelong learner affascinata dal Web e dalla possibilità d'allacciare infinite Connessioni. Ama cucinare, i libri, la musica, le arti visive, i gatti e l'Affabulazione.

Contatta l'autore

Previous post:

Next post: