Cortana: tutte le indiscrezioni trapelate in attesa della presentazione

Di - 24 March 2014 - in
Post image for Cortana: tutte le indiscrezioni trapelate in attesa della presentazione

Non manca ormai molto alla presentazione ufficiale di Cortana, il futuro assistente vocale di Windows Phone, ed in questi mesi non sono mancate fughe di informazioni ed indiscrezioni. Lo scopo di questo articolo è quello di approfondire e raccogliere tutte le informazioni divenute pubbliche riguardo Cortana, compresa l’origine di questo nome che suonerà quantomeno “esotico” a chi non è appassionato di videogame, e che andremo a spiegare più avanti.

Le prime indiscrezioni su Cortana risalgono a Giugno 2013, tramite alcuni screenshot provenienti da un Lumia 920 venduto erroneamente su ebay, sul quale era installata una delle prime build di Windows Phone 8.1. In tali screenshot si può notare chiaramente la presenza di un applicazione, chiamata “zCortanaApp”, che fu subito identificata come il futuro assistente vocale di casa Microsoft. Particolare curioso la “Z” davanti al nome, convenzione usata a Redmond per indicare le app in via di sviluppo. Ulteriori screenshot provenienti da questa applicazione mostrarono caratteristiche quali la possibilità di abilitare gli allarmi meteo e di sincronizzare il calendario durante la notte (presumibilmente per calendari che non sfruttano il protocollo EAS).

Curiosa la scelta del nome Cortana. Come accennato all’inizio dell’articolo, l’origine di questo nome ha radici nel campo videoludico. Cortana infatti altro non è che l’intelligenza artificiale che assiste Master Chief nella popolare serie di videogiochi “Halo”, titolo di punta per le console Xbox di casa Microsoft. Nella serie “Halo” Cortana viene doppiata da Jen Taylor e, secondo un’indiscrezione che farà particolarmente piacere ai fan della saga, pare che sarà proprio lei a fornire la voce per il futuro assistente vocale di Windows Phone, anche se tale notizia non è stata ancora confermata.

Dopo la vicenda dello smartphone in vendita su Ebay, conclusasi positivamente per l’acquirente che, a fronte della restituzione del terminale, ricevette un rimborso e un nuovo Lumia 920 da parte di Microsoft, passarono diversi mesi senza avere più alcuna indiscrezione su Cortana.
Nel Gennaio 2014 MSFTNerd, tramite il suo account Tumblr privato, ruppe il silenzio e diede il via a quella che poi sarebbe stata una cascata di leaks provenienti dalle più svariate fonti. Nello specifico MSFTNerd, oltre ad essere la fonte dell’indiscrezione secondo cui Jen Taylor avrebbe doppiato Cortana, sostenne che quest’ultima sarebbe stata disponibile solo in USA (in versione beta) a partire da Aprile 2014 e che successivamente sarebbe stata aggiunta anche all’app Bing per iOS (sempre solo per utenti USA) fino ad essere poi nel 2015 adottata anche su Xbox One e Windows. Quest’indiscrezione sembra essere parzialmente smentita da quanto trapelato dall’SDK di Windows Phone 8.1, in cui sono stati trovati ben 15 language packs per Cortana, compreso l’italiano, un dato che inevitabilmente fa perdere molta credibilità anche a tutte le altre informazioni rivelate. In ogni caso la presenza di questi 15 language packs nell’SDK non conferma che Cortana sarà disponibile subito all’uscita in questi 15 paesi, ma è certamente un buon indizio per pensare che non sarà un’esclusiva USA.
Lo stesso giorno altre fonti vicine a Microsoft rivelarono ulteriori indiscrezioni secondo cui Cortana sarebbe stata rappresentata da una sorta di piccola emoticon dello stesso colore del tema scelto, caratterizzata da animazioni relative all’operazione in esecuzione.

Pochi giorni dopo l’uscita di queste indiscrezioni comparvero alcuni video ritraenti il tanto atteso assistente vocale in azione. Seppur inizialmente spacciati per veri video leaked, il giorno dopo la loro apparizione lo stesso autore dei video confessò che si trattava semplicemente di concept e che li aveva diffusi in rete sperando che facessero da esca per qualche nuova rivelazione riguardo Cortana. Di seguito potete vedere uno di questi video:

Passano alcuni giorni e, poche ore dopo la nomina di Satya Nadella come nuovo CEO di Microsoft, arriva la notizia ufficiale della conclusione di un accordo da 15 milioni di euro tra Microsoft e Foursquare per consentire alla prima l’utilizzo del vasto bacino di dati su luoghi e utenti collezionati dal popolare social. La notizia in sé non avrebbe molto a che fare con Cortana, se non fosse che poco dopo Tom Warren scrive un articolo su The Verge secondo il quale tale accordo è stato fatto proprio con lo scopo di utilizzare i dati raccolti al fine di migliorare le funzioni di Cortana. Visto l’accordo siglato ufficialmente e l’affidabilità della fonte, abbiamo buone ragioni per credere che tale indiscrezione sia quantomeno verosimile.

Stando a quanto riportato sempre da Tom Warren, Cortana sarebbe in grado di chiamarci per nome (o con un soprannome a scelta) ma soprattutto offrirebbe all’utente la possibilità di controllare tutte le informazioni e i dati a cui l’assistente potrà accedere o meno. Tramite la funzione Notebook, Cortana dovrebbe essere in grado di accedere, dopo aver richiesto esplicitamente l’autorizzazione all’utente, a dati quali posizione, comportamento, informazioni personali, promemoria e contatti dell’utente ed archiviarli nel suo “notebook”. Sarebbe inoltre possibile visualizzare a posteriori i dati archiviati ed eventualmente eliminarli. Infine dovrebbe essere presente anche una funzione “Do-not-disturb”, tramite la quale si potrebbe chiedere a Cortana di non disturbarci, inibendo ogni genere di notifica per un determinato lasso di tempo.

In conclusione, è interessante prendere visione del video postato qui di seguito. Purtroppo non ci viene regalato il piacere di sentire la tanto attesa voce di Cortana, ma attualmente questo è considerato il video più attendibile tra le varie indiscrezioni trapelate. Ci si aspetta che Cortana venga presentata ufficialmente durante l’evento Build 2014 che avrà luogo a San Francisco il 2-3-4 Aprile, fino a quel giorno purtroppo non ci è dato sapere quanto di ciò che è contenuto in questo articolo corrisponda a verità, non ci resta quindi che attendere impazienti.

Leave a Reply

Ivan Maltese Articolo scritto da

Attratto fin da piccolo da ogni genere di oggetto tecnologico, inizia a muovere i primi passi su Windows 3.11 in tenera età. Negli anni sviluppa la sua passione specialmente in campo videoludico, senza però trascurare gli altri aspetti dell'informatica. Utilizzatore di prodotti e servizi Microsoft, attualmente studia Ingegneria Informatica al Politecnico di Milano.

Contatta l'autore

Previous post:

Next post: