CyanogenMod arriva alla versione 10.1

Di - 24 December 2012 - in

CyanogenMod, una delle ROM Android più famose ed utilizzate, è recentemente giunta alla sua versione 10.1. Basata su Android 4.2.1 (la versione precedente, 10.0, era basata su Android 4.1) incorpora le varie modifiche e migliorie apportate da Google nell’ultimo update di Jelly Bean arricchendole con le aggiunte e personalizzazioni del sistema operativo e vari menu proprie di questa ROM.

Con la versione 10.1 il team di CyanogenMod ha eseguito alcune modifiche sul codice di Trebuchet Launcher, migliorandone la performance, ha sistemato vari bug importanti e presenta una modifica delle impostazioni rapide proprie del menu implementato da Google in Jelly Bean. In Android 4.2.1 accedere al menu di impostazioni rapide richiede due passaggi: con l’eccezione del Nexus 7, è infatti necessario visualizzare il menu delle notifiche prima di poter arrivare ai Quick Settings. Con CyanogenMod ci sarà la possibilità di attivare l’impostazione di Quick Pulldown, che andrà a dedicare il 33% della parte superiore dello schermo all’attivazione del menu di impostazioni rapide, lasciando l’altro 67% disponibile per accedere all’area delle notifiche. Similmente a quanto accade sul Nexus 7, quindi, visualizzare il menu delle impostazioni rapide richiederà un unico swipe verso il basso nella parte destra dello schermo. In aggiunta all’impostazione di Quick Pulldown, con CyanogenMod 10.1 avremo inoltre la possibilità di personalizzare le tile presenti nelle impostazioni rapide: sarà quindi possibile aggiungere nuove shortcut ad impostazioni che usiamo di frequente ed anche aggiungere pulsanti on/off.

Se già avete installato CyanogenMod sul vostro device Android aggiornare alla più recente versione sarà certamente una priorità, tanto per potersi avvalere delle funzionalità di Android 4.2.1 quanto per le ultime modifiche e bugfix introdotte in CM10.1. Il team di CyanogenMod informa che per passare dalla versione 10.0 alla nuova 10.1 sarà necessario aggiornare manualmente invece che usare il comodo CM Updater; una volta su CyanogenMod 10.1 sarà però possibile tornare ad utilizzarlo senza problemi. Non è inoltre richiesto un wipe del device in caso aggiornamento da una versione precedente di CM alla versione 10.1, tuttavia sarà necessario cancellare i dati e la cache dell’applicazione “Clock” per evitare spiacevoli malfunzionamenti, non essendo le implementazioni di Google e di CyanogenMod della stessa compatibili. Se aggiornate da CM 10.0 ed avete impostato come opzione di sblocco un pattern con un numero di target personalizzato (invece del classico quadrato 3×3) sarà necessario reimpostare il numero di target agli iniziali 9, in quanto CM10.1 non include questa funzionalità.

Sebbene installare ROM personalizzate sia ormai una pratica molto diffusa e generalmente sicura, ricordiamo che esiste comunque il rischio di brick del dispositivo (rendendone impossibile l’avvio normale) e che non ci assumiamo responsabilità nel caso decideste di procedere. Vi consigliamo di eseguire sempre dei backup prima di apportare modifiche e di prestare molta attenzione alle istruzioni relative al vostro device in particolare.

Via | oneOpenSource, CyanogenMod su Update e Quick Settings

Leave a Reply

Daniel Monza Articolo scritto da

Da sempre appassionato di tecnologia è passato dal mondo videoludico ad un interesse generale per l'informatica, eventualmente abbracciando Slackware, Android ed i servizi online di Google. Gli piace ascoltare musica e leggere libri e fumetti, con una predilizione per racconti dell'orrore e del mistero. Si improvvisa scrittore e disegnatore per divertimento personale.

Contatta l'autore

Previous post:

Next post: