[Dart] Da Google un linguaggio per il web

Di - 11 October 2011 - in

Con un post sul blog di Chromium, Lars Bak, software engineer di Google, presenta Dart, un nuovo linguaggio di programmazione fortemente orientato allo sviluppo web e sviluppato direttamente da Google. Da semplici progetti personali, fino ad applicazioni molto complesse, questo nuovo linguaggio si presenta, nelle intenzioni di Google, come molto versatile.

Forse tra di voi c’è chi, all’idea di dover apprendere un nuovo linguaggio di programmazione, storcerà un po’ il naso. Oppure il pensiero di poter esplorare nuovi metodi per realizzare nuovi applicativi vi stuzzica a tal punto da farvi perdere ore di sonno a studiare nuovo codice.
In ogni caso le ambizioni di Dart sembrano davvero notevoli.
Pensato per sviluppare applicazioni web, Dart si presenta come un linguaggio orientato agli oggetti dinamicamente tipizzato.
A metà strada tra Java e Javascript, ha tra i suoi punti di forza:

  • La possibilità di creare codice strutturato ma flessibile per la programmazione web
  • Semplicità e familiarità del linguaggio, che lo rendono semplice da imparare
  • L’assicurazioni di prestazioni elevate su tutti i browser moderni e diversi tipi di device, come server o tablet

Le possibilità per far girare Dart sono due: attraverso la virtual machine dedicata, la DartVM, oppure utilizzando un motore Javascript che si occuperà di compilare Dart in Javascript, rendendolo da subito utilizzabile e compatibile con i moderni browser.

Sul sito ufficiale di Dart sono disponibili informazioni tecniche più dettagliate per quanti vogliono approfondire, oltre ad esempi di codice. Mentre su Google Code, alla pagina dedicata al progetto, è possibile accedere alle informazioni necessarie al download degli strumenti utili per poter utilizzare da subito questo nuovo linguaggio.

Via | Chromium blog

Leave a Reply

Jacopo Rabolini Articolo scritto da

Technical lead e fondatore di Engeene. Si occupa di web design e web development nel tempo libero. Vorrebbe farne la sua professione. Ama il web, la tecnologia, lo spazio, i Lego, Doctor Who e un sacco di altre cose che gli hanno valso a volte l'appellativo di Nerd e altre quello di Geek.

Contatta l'autore

Previous post:

Next post: