[Dart] Rilasciato il nuovo editor

Di - 2 November 2011 - in

Non molto tempo fa vi abbiamo parlato di Dart, il nuovo linguaggio sviluppato da Google per la programmazione strutturata sul web.

Il 31 ottobre scorso il team che si occupa dello sviluppo di Dart ha rilasciato l’editor ufficiale, in versione alfa, per questo nuovo linguaggio di programmazione.

L’editor, disponibile da subito per Linux, Mac e Windows, è un potente strumento costruito a partire dagli elementi di Eclipse.

Lo scopo dell’editor è duplice: da una parte scrivere ed editare codice Dart e dall’altra, grazie all’invocazione del compilatore Dart-to-JavaScript, lanciare le web app direttamente nel browser.
Sebbene ancora in versione alfa, l’editor sembra già molto ben fatto.
Su Linux si avvia velocemente senza bisogno di essere installato.
La finestra di lavoro è molto pulita e ben organizzata in tre sezioni principali: a sinistra lo spazio per le librerie, al centro lo spazio per il codice e in basso la console e lo storico degli errori.
Molte funzioni degne di un editor coi fiocchi sono già state implementate come ad esempio la ricerca del punto dove sono dichiarate le API nel codice e l’autocompletamento, divisione dei progetti su più schede.
Molte altre funzioni verranno aggiunte in futuro.
Sebbene scalzare degli standard di programmazione sia un compito quanto mai titanico, il fatto che sia Chrome che Dart siano proprietà di Google lascia qualche speranza che questo nuovo linguaggio di programmazione riesca a piantare uno o due chiodi nella bara di JavaScript.
La sintassi molto più semplice e snella (ispirata per certi versi a Python) ben si prestano infatti alla creazione di codice rapido per lo sviluppo di web app.
Vi invito a scaricare l’editor e dare un’occhiata ai numerosi esempi presenti nella directory /dart/samples
Fateci sapere cosa ne pensate!

Via | Dartlang

Leave a Reply

Gabriele Visconti Articolo scritto da

Editor in Chief per Engeene.
Appassionato di Linux, FOSS, videogame e, da poco, di cucina. Parla quattro lingue ed ama leggere libri in lingua inglese.

Contatta l'autore

Previous post:

Next post: