Diario di un’Applicazione Android – The Startup

Di - 30 January 2013 - in

Poniamo il caso che utilizzando device Android tutti i giorni e avendo qualche conoscenza di programmazione ci venga un’idea per un’applicazione. Ma cosa vuol dire esattamente sviluppare un’applicazione Android?

In questa serie di articoli racconterò la mia esperienza con lo sviluppo e pubblicazione di un’applicazione Free & OpenSource chiamata NoteToGDocs.

L’ idea

Idee per applicazioni nel tempo ne ho avute molte, ma essendo un noob nella programmazione Android, le ho sempre considerate troppo complesse da implementare.

Ho sempre trovato l’applicazione Google Drive for Android molto completa e funzionale, ma priva dell’opzione di poter creare una nuova nota “al volo”, e nella vita lavorativa mi sono trovato spesso in questa situazione.

Quest’idea mi è sembrata abbastanza semplice, ma come implementarla?

Da dove parto?

Sono pigro, non mi piacciono i classici libri di programmazione con “Hello World”, voglio vedere qualche cosa che mi dia soddisfazione, che mi faccia dire “L’ho fatto io!”.

Caso vuole che il 26 Novembre scorso si sia tenuto un Hangout On Air chiamato “Google Drive SDK: Writing your first Drive app on Android”, per presentare la nuova API di Google Drive SDK v2.

Questo tutorial riporta tutti gli step per creare una semplice applicazione Android con salvataggio dell’immagine in Google Drive, ed è presente un Blog Post del tutorial con i link ed il codice.

Fantastico, sembra che il 50% del lavoro lo posso copiare? Quasi… Ma ne parleremo più avanti.

Developer Machine Setup

È tempo di configurare la macchina di sviluppo.

Se utilizzate Eclipse per sviluppare siete già a buon punto, giacché probabilmente avete anche la Android SDK se avete utilizzato ADB per “operare” con il vostro smartphone. Le istruzioni per la configurazione dell’ambiente le trovate sulla pagina Get The SDK del sito ufficiale degli Sviluppatori Android.

Salvatevi il sito developer.android.com nei preferiti perché ci tornerete spesso, per le API e molto più spesso per i Tutorial.

Una piccola nota sul Get The SDK:

C’è la possibilità di scaricare l’Android SDK Bundle che comprende Eclipse in una versione “ripulita” e l’Android SDK, il tutto sembra molto comodo ma sfortunatamente è una versione particolare di Eclipse, quindi non si riesce (almeno personalmente non sono riuscito) ad aggiungere tutti i componenti necessari per utilizzare altri servizi Google, e nel caso specifico la Google Drive SDK.

Il mio personale consiglio è di scaricarsi Eclipse dal sito ufficiale, e seguire la guida Setting Up an Existing IDE.

Dopo aver configurato il vostro sistema potete continuare a seguire il Quickstart.

The first Test Run

Ok, ora abbiamo questo codice del tutorial, dobbiamo provarlo, come fare?

L’SDK Android ci fornisce la possibilità di creare delle virtual machine con le varie versioni di Android, ma non sono performanti.

La mia macchina di sviluppo principale è un’ I7 8core da 2.2Ghz con “turbo Mode” quindi 3.0Ghz e 8GB di Ram su disco SSD e la macchina virtuale ci mette comunque i suoi bei 15 minuti a partire.

“Sacrificate” il vostro device Android e utilizzatelo per il testing; se poi avete più device e non volete utilizzare il vostro primario, ancora meglio.

Altro motivo per cui non si può usare la virtual machine per testare questo tutorial è che utilizza i Google Play Services, i quali richiedono che il device abbia un account configurato sul device.

Cosa sono i Google Play Services?

Per la descrizione completa vi lascio andare sul sito ufficiale, o all’articolo qui su Engenee.

Molto brevemente, è una libreria che ci permette di utilizzare l’autenticazione integrata di Android. La testa con OAuth l’hanno sbattuta al posto nostro gli sviluppatori di Google, a noi resta solo da raccogliere i frutti e dedicarci a quello che davvero è importante per noi, la nostra applicazione.

 

Dalla prossima puntata parleremo delle fasi di progettazione e Design di NoteToGDocs.

Se volete dare nel frattempo una sbirciata al codice, lo trovate su GitHub.

Leave a Reply

Articolo scritto da

Techy, sviluppatore .Net per professione, sviluppatore Android per passione. All Around Android Lover e Google Enthusiast

Contatta l'autore

Previous post:

Next post: