E alla fine arriva il Knowledge Graph

Di - 5 December 2012 - in

Finalmente. La notizia potrebbe concludersi qui, ma vediamo di elaborare un minimo. Ieri Google Italia ha annunciato una notizia subito ripresa dagli altri tech blog nazionali: la disponibilità in italiano di una funzionalità ormai considerata consueta (matura sarebbe un termine ingenuo per un prodotto con queste potenzialità) nel Google Search d’oltreoceano, ovvero il famoso Knowledge Graph. Se siete capitati qui per sbaglio e non sapete che cosa sia, lo riassumo velocemente: si tratta di una funzionalità che arricchisce i risultati della ricerca di Google con informazioni prese da molteplici fonti ed elaborate per fornire risposte strutturate alle nostre ricerche, fornendo quindi vere risposte e non solo semplici link che potrebbero (forse) contenere la risposta.

Avremo quindi una migliore comprensione delle nostre richieste a Google. Qualora queste corrispondano ad uno degli ambiti sensibili in cui il motore sia in grado di rispondere in maniera evoluta, restituirà ad esempio una scheda informativa sull’argomento, eventualmente collegata a temi inerenti, oppure mostrerà tabelle riassuntive come nel caso delle informazioni sui film o sullo sport.

Tutto questo fino ad oggi era limitato al solo Google in lingua inglese, per molteplici motivi: gli algoritmi di interpretazione, le fonti delle informazioni, l’immancabile approccio americocentrico di Google. Ora però viene adattato ad altre lingue tra cui l’italiano. È legittimo aspettarsi che le performance saranno castrate rispetto alla versione americana, ma non è ancora chiaro quanto. Inoltre le funzioni che Google identifica come Knowledge Graph non sono chiarissime, visto che vengono spesso mescolate con altri sistemi di arricchimento dei risultati, sia su Search che su Google Now su Android.  Aspettiamo quindi di vedere come apparirà Google non appena sarà attivata questa novità.

 

Fonte: Google Italia

Leave a Reply

Simone Robutti Articolo scritto da

Laureato in Informatica, specializzato in sviluppo web e comunità virtuali, hardcore gamer, flamer per passione.

Contatta l'autore

Previous post:

Next post: