[Earth] Google e il Norad seguono Babbo Natale!

Di - 3 December 2011 - in

Forse qui in Italia esistono ancora Gesù Bambino e Santa Lucia, ma in tanti paesi del mondo esiste San Nicola, conosciuto anche come Santa Claus o, più comunemente, Babbo Natale. Di solito viene ritratto come un omone con barba e baffoni bianchi, otto renne, una slitta e vestito di rosso. La notte tra il 24 e il 25 di dicembre si fa il giro del globo, lasciando i regali a tutti i bambini buoni. Anche a quelli cattivi, via!

Allora perchè non usare le nuove tecnologie anche per Santa Claus? E così, qualche anno fa, il NORAD (che sarebbe l’acronimo per NORth american Aerospace Defense command, ovvero in italiano il Comando di Difesa Aerospaziale del Nord-America) e Google hanno deciso che sarebbe stato simpatico seguire Babbo Natale nel suo volo sopra il nostro pianeta, in 3D, usando Google Earth e Google Maps.
Hanno fatto di più: c’è un bel Calendario dell’Avvento dove, al posto del dolcetto/cioccolatino, hanno messo un piccolo gioco con varie difficoltà.
Chiaramente i giochi sono accessibili a partire dalla data di calendario a cui corrispondono.
Molto simpatico, luminoso, allegro, gioioso e tanto tanto natalizio!
La notte del 24 poi hanno previsto una vera e propria diretta del sorvolo della slitta portadoni e del suo tiro a otto, appuntamento alle ore 02:00 am EST, che dovrebbero essere le 21:00 qui da noi, sul sito ufficiale Norad Tracks Santa!
Ah sì, hanno anche una pagina pubblica in Google+.
Infine, il video del viaggio di Santa Claus del 2010.
E buona visione a tutti!!!

Leave a Reply

Laura Germana Vailati Articolo scritto da

Nata e cresciuta a Milano, dal cui caos si separa sempre con difficoltà, lavora per una multinazionale americana (no, non Google!). Condivide il suo tempo libero con una mamma, un compagno, due felini, tanti libri (piú di 3000 volumi. Di carta), tanta musica (piú di 2000 vinili), parecchi film e qualche buon amico di vecchissima data. A 16 anni le dissero che l’informatica non era la sua strada.
All’epoca ci credette. E fece malissimo!

Contatta l'autore

Previous post:

Next post: