La fine del calendario Maya

Di - 21 December 2012 - in

Oggi è il 21/12/2012, data che avrete sentito nominare ovunque per la rete, alla radio, alla televisione, e che viene associata ad una non meglio precisata “fine del mondo” o, per i più ottimisti, ad un momento di “rinnovamento spirituale”. Catastrofisti dell’ultimo minuto, scrittori dalla poca creatività e giornalisti a caccia di sensazionalismo, si sono buttati sul treno dell’apocalisse, ingigantendo quello che è un evento, sicuramente importante, ma di certo non catastrofico: la fine del calendario Maya.

Il doodle di oggi è giusto questo che celebra. La fine del calendario o, per meglio dire, di “un” calendario o b’ak’tun.

Tutto qui. Astronomi e scienziati da ogni parte del mondo hanno più volte smentito ogni possibilità di uno scontro con meteoriti, spegnimento del Sole, esplosione della Terra, inversione dei poli e tutte le ipotesi più catastrofiche che potrebbero porre fine bruscamente alla razza umana.

Gli storici, da parte loro, hanno più volte confermato che i Maya non hanno mai specificato nulla del genere. Nessuna “fine del mondo”, ma solo la fine del calendario. Come dire che è il loro 31 Dicembre e che domani sarà il primo di Gennaio. Il mondo non finisce tutti gli anni, no?

Quindi tranquilli, godetevi questo normalissimo Venerdì e pianificate il vostro week-end pre natalizio per le ultime compere.

“So Long, and Thanks for All the Fish”.

Leave a Reply

Jacopo Rabolini Articolo scritto da

Technical lead e fondatore di Engeene. Si occupa di web design e web development nel tempo libero. Vorrebbe farne la sua professione. Ama il web, la tecnologia, lo spazio, i Lego, Doctor Who e un sacco di altre cose che gli hanno valso a volte l'appellativo di Nerd e altre quello di Geek.

Contatta l'autore

Previous post:

Next post: