Flight Search, 500 voli fuori dagli Stati Uniti

Di - 20 March 2012 - in
Dopo l’acquisizione di ITA Software, Google si è data molto da fare per implementare, all’interno dei propri servizi, i dati resi disponibili grazie all’integrazione dei sistemi ITA all’interno della propria struttura. I dati relativi ai voli all’interno della serp e, sopratutto, Flight Search, sono frutto di questi sforzi. Proprio quest’ultimo espande ora i propri servizi al di fuori degli Stati Uniti.

In realtà il servizio si estende al di fuori degli USA solo per i voli in partenza. In pratica se vi trovate, ad esempio, a San Francisco o New York e volete trascorrere una settimana di vacanza in Italia, potete utilizzare Flight Search per cercare il volo che più si addice alle vostre esigenze.

Inserendo una città o un aereoporto degli Stati Uniti nella casella di partenza, potrete ora cercare tra 500 nuovi voli verso il resto del mondo, selezionando quello che preferite filtrandolo tra compagnie, prezzi e orari.

Il servizio, così com’è, ci permette di pianificare solo viaggi con partenza dagli Stati Uniti, permettendoci di prenotare cercare il volo di andata e selezionare poi tra i voli di ritorno disponibili.
Tuttavia già così possiamo avere un assaggio di quello che potrebbe essere, in futuro, le modalità per pianificare una vacanza, utilizzando Flight Search per ottenere le informazioni desiderate, Google Maps e Places, per trovare un hotel e la ricerca per ottenere informazioni sul luogo che andremo a visitare, senza dimenticare di condividere la nostra esperienza su Google+, ovviamente.

Nel frattempo il team di Flight Search promette di rendere disponibili al più presto altre tratte.

La speranza è che arrivi al più presto anche la possibilità di ricercare voli al di fuori degli USA.

Via | ITA Software blog

Leave a Reply

Jacopo Rabolini Articolo scritto da

Technical lead e fondatore di Engeene. Si occupa di web design e web development nel tempo libero. Vorrebbe farne la sua professione. Ama il web, la tecnologia, lo spazio, i Lego, Doctor Who e un sacco di altre cose che gli hanno valso a volte l'appellativo di Nerd e altre quello di Geek.

Contatta l'autore

Previous post:

Next post: