Google Apps Alerts per gli amministratori

Di - 22 August 2013 - in
Post image for Google Apps Alerts per gli amministratori

Anche nel mese di Agosto non mancano i rilasci di Google sul fronte della sicurezza: dopo Android, per il quale è stato lanciato un servizio di geolocalizzazione e wiping remoto, (in modo da cancellare dati personali memorizzati sui device in caso di furto o smarrimento), è la volta di Google Apps.

La suite di collaboarazione e messaggistica offre ora importanti opzioni di alerting e monitoraggio per gli amministratori di sistema, un ulteriore livello di controllo attivo richiesto e costruito sulla base del continuo feedback che i clienti e partner hanno svolto direttamente con Mountain View.

Il meccanismo di azione è molto semplice: qualora si verificassero particolari eventi di interesse, Google può avvisare, all’istante e per email, il team amministrativo della piattaforma in modo che possano essere prese le dovute contromisure in caso di utilizzo illecito di uno o più account.

A dir la verità le policy di sicurezza di Google sono sempre state in vigore e hanno continuamente protetto gli utenti da possibili accessi non autorizzati. Quello che mancava era un avviso immediato nei confronti dell’IT aziendale che può ora eseguire sia interventi tecnici (reset della password, controllo sulle applicazioni approvate, …) quanto e soprattutto, di comunicazione: adottare una soluzione cloud non significa delegare la propria competenza e professionalità ed essere sempre “sul pezzo” è un ottimo modo per anticipare e risolvere i problemi dei propri utenti.

 

Se la sicurezza è il primo beneficiario delle innovazioni qui introdotte, la possibilità di essere notificati ad ogni modifica fatta da altri amministratori è di certo un ottimo modo per consentire, ad esempio in ambienti o realtà molto grandi (aziende e gruppi con più sedi magari in più parti del mondo), di tenere una traccia della movimentazione e dei cambiamenti svolti sulla piattaforma.

Google ha quindi fornito, dopo la possibilità di definire ruoli e privilegi custom, un ulteriore strumento di controllo e collaborazione a tutti gli admin che hanno scelto la sua piattaforma di posta a tutto vantaggio non solo degli utenti ma anche dei flussi e delle operazioni di gestione interne.

Via | Official Enterprise Blog

Leave a Reply

Andrea Testa Articolo scritto da

Laureato in Comunicazione Digitale, curioso ed affascinato dall'informatica, specialista Google Apps. Sviluppatore software, ama tutto ciò che si manifesta sotto forma di intelligenza, tecnica ed innovazione, come il web e l'open source.

Contatta l'autore

Previous post:

Next post: