Google Apps Status Dashboard, lo stato dei servizi Apps in real-time

Di - 15 January 2013 - in

Google Apps è una suite realizzata con una potente tecnologia multi-tenant che permette a milioni di persone di fruire di servizi semplici e robusti.

Il cloud di Google non è però al sicuro da tutti i problemi che affliggono una normale infrastruttura informatica e sia hardware che software possono manifestare dei malfunzionamenti più o meno impattanti.

Apps, lo ricordiamo, offre per contratto uno SLA, cioè dei termini di servizio garantiti, del 99,9% e, per assicurare il mantenimento delle informazioni e dei dati degli utenti si basa su algoritmi di ridondanza e su datacenter davvero all’avanguardia per mezzi e tecnologia.

Google migliora di continuo il proprio software, lavorando su nuove feature e su rilasci continui che di fatto costituiscono la vera differenza ed il vero valore aggiunto rispetto alle soluzioni on-premise.

Se quindi analizzassimo tutto l’insieme dei prodotti di Mountain View avremmo una situazione in cui sia possibili guasti dell’hardware quanto i nuovi rilasci software possano contribuire a possibili disservizi ed a situazioni di inattività. Ovviamente l’impegno di Google in questo frangente è massimo ed il periodo di uptime è stato garantito al 99,9%.

Google cerca di mantenere un rapporto di trasparenza con i propri clienti e per questo motivo ha allestito una pagina web in cui è possibile consultare l’andamento della sua piattaforma  inglobando, se non diversamente specificato, sia il mondo consumer quanto quello enterprise (un’ ulteriore conferma di quanto sia efficiente la tecnologia multi-tenacy).

Il pannello di controllo è molto semplice: una griglia consente di visionare lo stato dei servizi in un preciso periodo temporale. Per ogni App (Gmail, Spreadsheet, Calendar…) è riportato un semaforo che ne indica l’andamento.

Uno screenshot della Status Dashboard, dove non è segnalato nulla il servizio è operativo al 100%

Notiamo subito che, malgrado cercassimo in un lasso temporale molto lungo, nessun servizio si è mai trovato in “rosso” e questo è molto importante perché sta a significare che mai una o più App (Gmail ad esempio) è stata irraggiungibile per la totalità degli utenti.
Al contrario alcuni punti di colore arancione ci avvertono che è avvenuto qualche imprevisto.

Se volessimo un dettaglio maggiore ci basterebbe cliccare su uno degli eventi indicati per poter accedere ad una schermata di informazioni, disponibili anche in lingua italiana.

Un dettaglio che ci informa dell'avanzamento della segnalazione

Sono disponibili dei feed RSS per essere sempre aggiornati sullo stato di un problema e sulla sua risoluzione.

Ancora una volta Google fa della trasparenza il suo cavallo di battaglia, mostrando a tutti i suoi clienti lo stato della sua piattaforma e consentendo a chiunque di essere sempre allineato, in real-time, sull’andamento dei servizi utilizzati.
A Mountain View sanno bene che nessun datacenter è e sarà sempre affidabile al 100%, ma sono ben consapevoli di come la comunicazione e l”interazione tra il fornitore ed i propri clienti possa davvero fare la differenza.

 

Leave a Reply

Andrea Testa Articolo scritto da

Laureato in Comunicazione Digitale, curioso ed affascinato dall'informatica, specialista Google Apps. Sviluppatore software, ama tutto ciò che si manifesta sotto forma di intelligenza, tecnica ed innovazione, come il web e l'open source.

Contatta l'autore

Previous post:

Next post: