Google+, bug o non bug?

Di - 19 November 2012 - in

Chiunque leggendo il titolo del presente articolo ha subito pensato che è molto improbabile, se non impossibile, che uno strumento/servizio di Google possa essere affetto da bug. Eppure non bisogna mai dare niente per scontato e soprattutto bisogna ricordarsi che gli “errori” sono sempre dietro l’angolo.
Vediamo perché.

Qualche giorno fa ho scritto un articolo in merito ad una nuova API per le Chrome Packaged Apps. Ai fini di quello che stiamo per raccontare, però, non è necessario entrare nello specifico dell’argomento.
Subito dopo la sua pubblicazione su Googlab, la redazione, come sempre, ha creato un post su Google+ menzionando appunto l’autore dell’articolo (me in questo caso).
Di seguito potete vedere uno screenshot del post.

Come potete vedere bene, però, il post risulta essere stato modificato. Infatti la redazione, all’atto della creazione del post, aveva erroneamente scritto che l’autore dell’articolo era Lorenzo Breda, un nostro collega redattore. Per ovvi motivi non è stato possibile in quel momento catturare il post prima della modifica in cui veniva appunto riportato il nome di Lorenzo, anche se potete vederlo bene nella prossima immagine.

Nel frattempo Simone Robutti, un altro nostro collega, ha condiviso il post errato fatto dalla redazione, come si vede nello screenshot seguente.

Una volta individuato l’errore la redazione ha subito apportato la modifica al post sostituendo il nome sbagliato, Lorenzo, con quello corretto, Fabrizio, come risulta dalla prima immagine. La “stranezza” è che la modifica fatta al post originale non ha avuto alcun effetto a cascata sugli altri post che ne avevano fatto il forward!

Dal punto di vista cronologico dei post visualizzati nello stream potrebbe essere corretto che la modifica del primo post non abbia avuto ripercussioni anche sugli altri, in questo caso quello di Simone, in quanto in effetti quest’ultimo ha fatto il forward del post prima della modifica da parte della redazione e non dopo. Ma a ragion di logica, per deduzione dalle definizioni di correlazione e condivisione, tutto dovrebbe essere “legato” in modo corretto. E sinceramente questi post non sembrano essere in giusta relazione tra di loro in quanto nella ricondivisione da parte di Simone manca in effetti quell’informazione che faccia risalire al post della redazione subito dopo la modifica.
Ragionando per eccesso e analizzando il caso peggiore, provate a creare un post scrivendoci ciò che volete, ad esempio “Oggi piove”. Successivamente chiedete ad una persona con cui avete condiviso il post di ricondividerlo a sua volta. Subito dopo modificate il vostro post cancellando il contenuto e rimpiazzandolo con il testo “Domani è una bella giornata”. In questo modo adesso i due post hanno perso la loro relazione!

Il punto quindi è stabilire se è corretto o meno rompere questi collegamenti che sarebbero alla base di ciò che è il network delle relazioni.
Dal nostro punto di vista sarebbe più corretto mantenere collegati i post, ad esempio, facendo in modo che la modifica del post originale si rifletta anche nei post che lo hanno ricondiviso. Oppure fare in modo che in questi post venga mostrato anche il post originario dopo la modifica. In questo modo il post ricondiviso riporterebbe sia il post originale prima della modifica che quello subito dopo la stessa.

Visto sinceramente che questo comportamento risulta essere un po’ “bizzarro”, viene perciò da domandarsi se in effetti è un bug di Google+ oppure una scelta voluta, condivisibile o meno, sull’interpretazione di questo scenario.
Ai lettori, perciò, l’ardua sentenza!

Leave a Reply

Fabrizio Variano Articolo scritto da

Laureato e specializzato in Informatica con il massimo dei voti, lavora come Software engineer con compiti di team leading progettando e sviluppando soluzioni in ambito web con tecnologie Java e “dintorni”. Grande appassionato di tecnologia, negli ultimi anni si è avvicinato all’ambito mobile, sia hardware che software, con l’intento di far suo questo mondo affascinante. Oltre a viaggiare, tra i suoi hobby ci sono: la moto, la cucina ed il cinema.

Contatta l'autore

Previous post:

Next post: