Google Cloud PlayGround – Beta

Di - 4 July 2013 - in
Post image for Google Cloud PlayGround – Beta

Tutti parlano di Cloud e tutti vogliamo sviluppare per il Cloud perchè porta dei vantaggi enormi.
Ok prima di tutto dobbiamo configurare il nostro ambiente di test e sviluppo.. in locale…
Ma se ci fosse un’alternativa web based? Se sono su un Chromebook ? Su un Tablet? Sul terminale dell’albergo? Se voglio provare un pezzo di codice al volo?
Ecco che Google ci presenta Cloud Playground

Cosa possiamo fare

Per il momento l’interfaccia è molto acerba e come linguaggio è supportato solo Python 2.7 .
È disponibile un semplice editor di testo con syntax highlight, la lista dei file che compongono il nostro progetto e box di preview quando eseguiamo la nostra applicazione.
Niente code completion (o Intellisense per chi proviene da ambiente .Net), niente syntax check, nessuna validazione sul codice prima della compilazione.

Quindi tutto male?
No, finalmente possiamo velocemente provare codice che si appoggia su AppEngine; possiamo testare direttamente i sample di Python per App Engine, e possiamo effettuare l’import di codice da GitHub

La main page di Cloud Playground, in basso possiamo vedere la possibilità di importare codice direttamente da GitHub

 

Teniamo in considerazione poi 2 fattori per il futuro:

  1. Siamo in fase Beta: quindi aspettiamoci miglioramenti da parte di Google in base ai nostri feedback.
  2. Opensourced: i 2 componenti che compongono Cloud PlayGround sono opensource, quindi la community starà già provedendo ad estendere l’editor, aggiungere altri linguaggi, migliorare la user experience

I Moduli

Cloud Playground è composto da due moduli:

  • mimic, un’applicazione App Engine scritta in Python che ci permette di eseguire il codice Python senza fare il deploy in un’istanza di App Engine ma sfruttando la potenza dell’ambiente di produzione.
  • bliss, un semplice editor di testo che ci permette di modificare il codice e sincronizzarlo sul mimic file system (il quale a sua volta salva i dati nell’App engine Datastore) per poi poterlo eseguire

Tutti  i progetti sono open source e si possono trovare su Google Code come singoli repository del progetto Cloud Playground.
Dando un’occhiata veloce al codice di bliss vediamo che utilizza Angular.js e Pyton, quindi potrebbe essere relativamente semplice il porting di CodeEditor JS based.

Via |  Google Open Source Blog

Leave a Reply

Articolo scritto da

Techy, sviluppatore .Net per professione, sviluppatore Android per passione. All Around Android Lover e Google Enthusiast

Contatta l'autore

Previous post:

Next post: