Google Drive per Android, usabilità migliorata con i fogli di lavoro

Di - 4 December 2012 - in

Google Drive è un prodotto costantemente sottoposto a migliorie, integrazioni, nuove funzionalità ed api. A Mountain View sanno bene che il vero plus della suite Apps è rappresentato proprio da questo servizio, innovativo, potente e votato sempre di più all’utilizzo in contesto mobile.

L’informatica lo sappiamo tutti è cambiata anche e soprattutto nei canali con cui i sistemi informativi vengono fruiti: Android macina numeri importanti e le previsioni affermano che nei prossimi 5 anni la domanda di device a tavoletta supererà quella dei classici personal.

Prima della pausa estiva Google aveva reso disponibile, sul proprio sistema operativo e sul concorrente iOs, la possibilità di modificare i Google Sheet ma, se per i documenti di testo i risultati erano stati veramente evoluti e collaborativi, i fogli di lavoro soffrivano di un editor meno funzionale: l’accesso alle singole caselle era piuttosto macchinoso, limitato al singolo utente (o meglio, da tablet o smartphone non si poteva interagire con gli altri collaboratori) e anche il look dell’applicazione ricordava la vecchia interfaccia web ormai scomparsa.

Con l’ultimo aggiornamento Drive ha cambiato completamente faccia, consentendo, sugli sheet, l’editing delle celle in modo molto più fluido ed intuitivo.

Anche la formattazione ha beneficiato di questi interventi ed è ora possibile modificare i font dei testi, le dimensioni delle colonne, ordinare i dati e tanto altro.

L’ultima feature riguarda la collaboration:  ora anche da Android, con l’app nativa, è possibile interagire e vedere in tempo reale le modiche degli altri editori, proprio come in ambiente desktop.

Google Drive su Nexus 7

Altre piccole caratteristiche che l’aggiornamento ha comportato sono una migliore gestione del testo nei copia-incolla tra documenti, il supporto per l’editing delle tabelle e la possibilità di creare dei collegamenti in homescreen ad ogni file memorizzato.

Google Drive si aggiorna e rende ancora più funzionale il lavoro sui Google Sheet anche in piena mobilità.

Via | Android Official Blog

Leave a Reply

Andrea Testa Articolo scritto da

Laureato in Comunicazione Digitale, curioso ed affascinato dall'informatica, specialista Google Apps. Sviluppatore software, ama tutto ciò che si manifesta sotto forma di intelligenza, tecnica ed innovazione, come il web e l'open source.

Contatta l'autore

Previous post:

Next post: