Google Earth viaggia nel Tempo

Di - 24 May 2013 - in
Post image for Google Earth viaggia nel Tempo

Google Earth ha recentemente ricevuto un update sia nella versione web, che in quella mobile per Android. Oggi vi voglio parlare di un particolare strumento che ci permette di attraversare un determinato arco temporale, utilizzando le varie date di acquisizione delle immagini. Nessun viaggio nel tempo quindi, nessuna DeLorean e flusso canalizzatore, ma tanta tecnologia ed investimenti di Google che si avvale di database fotografici perfino della NASA.

Innanzitutto cominciamo a vedere come si può attivare lo strumento “mostra immagini storiche“. Per farlo, bisognerà cliccare sull’icona con l’orologio e la freccia che si sposta in senso antiorario. Questo pulsante attiverà uno slide di scorrimento temporale, che in base alla quantità ed il tipo di acquisizione immagini relativo a quella porzione di mappa, ci consentirà di dare uno sguardo nel passato più o meno lontano. Negli esempi che ho selezionato, questo concetto di quantità e tipo di dati è molto chiaro.

Icona e barra di scorrimento temporale

Qatar: ho selezionato questo luogo a pochi passi dal circuito del Losail che ospita la MotoGP, perché sapevo essere un luogo di grande espansione edilizia e turistica. Del resto tutto il Qatar lo è, basti pensare che è il paese che organizzerà i mondiali di calcio Fifa 2022. Dall’animazione che copre gli anni dal 2004 al 2013, risulta evidente l’incredibile sviluppo di questo paese. Da una costa incontaminata si vedono spuntare moli, strade, Hotel, e nella zona in alto perfino isole artificiali. Si notano chiaramente lavori di dragaggio e bonifica di tutta la zona in generale.

Qatar 2004>2006>20013

Torino, Stadio Olimpico: Qui ho voluto giocare in casa. L’animazione riguarda la ristrutturazione dello Stadio in occasione dei Giochi Olimpici Invernali 2006 e la valorizzazione in generale di tutta la zona adiacente. A differenza del Qatar, qui le mappe partono addirittura dal 1943. Sono mappe aeree, le antenate delle moderne foto satellitari. Tuttavia, gli ingegneri di Google sono riusciti, confrontando le mappe moderne, a localizzare ed orientare questi database storici e sovrapporli (seppur con una prospettiva geometrica giocoforza diversa) alle foto moderne. Dalle immagini si nota chiaramente il passaggio da una zona di periferia dell’epoca a quella che è attualmente una zona urbana in piena regola. Si evincono chiaramente i ponteggi della ristrutturazione e perfino la diversa copertura dello stadio in occasione delle olimpiadi. Copertura odiernamente a cielo aperto di un tradizionale campo di calcio.

Stadio Olimpico Torino 1943>2005>2006>2013

Come sempre queste funzionalità di Google Earth, ed in generale di tutte i software Google, ci lasciano sbalorditi. Ricordiamo di provare le opzioni di foto realismo e cielo stellato notturno per godere appieno di tutte le funzionalità di Google Earth.

A questo punto non ci resta adesso che farci prendere dalla curiosità di visitare un luogo e goderci questo spettacolare modo di viaggiare attraverso lo spazio e perché no, attraverso il Tempo.

Articoli correlati :  fotorealismo-in-google-earth  ;  google-earth-aggiorna-il-cielo-stellato  ;  alla-scoperta-del-nuovo-google-maps

Leave a Reply

Dario Mola Articolo scritto da

Da sempre con la passione per l'informatica e le nuove tecnologie. Con l'universo Android è stato un vero colpo di fulmine, un progetto che seguo dalla versione 1.6 passando per tutte le Major Release successive. Mi piace andare a scovare applicazioni poco note per portarle alla ribalta, è un pò come contribuire alla crescita dell'ecosistema Android filtrando le applicazioni più valide e meritevoli. Appassionato di sport, scacchi, cucina e libri.

Contatta l'autore

Previous post:

Next post: