[Google] Gli USA chiedono altre informazioni sull’affare Motorola

Di - 30 September 2011 - in

Verso metà Agosto aveva fatto scalpore la notizia, di cui vi abbiamo già parlato, dell’acquisizione di Motorola Mobility da parte di Google. L’affare da 12,5 miliardi di dollari dovrebbe portare a Mountain View oltre 17000 brevetti, oltre al know how di Motorola nel settore. Il via definitivo però, non è ancora arrivato.

Il Dipartimento di Giustizia statunitense, ha fatto una seconda richiesta di informazioni riguardante l’acquisto di Motorola da parte del gigante del search.
Come nel caso relativo all’acquisizione di ITA, avvenuta a Gennaio dell’anno scorso per un valore di 700 milioni di dollari, anche per questa nuova acquisizione i tempi potrebbero essere piuttosto lunghi.
In un comunicato sul blog di Google Public Policy, Dennis Woodside, che in Google si occupa dell’integrazione di Motorola, ritiene che la richiesta avanzata dal Dipartimento di Giustizia rientri nella normale routine e dichiara di aver ricevuto richieste simili in passato.

Non è la prima volta che Google deve affrontare situazioni del genere.
Oltre al già citato caso relativo ad ITA, Google si è già confrontata altre volte con la Federal Trade Commission in occasione dell’acquisto di DoubleClick nel 2007 e di AdMob lo scorso anno.
In tutti questi casi sono stati necessari alcuni mesi perchè l’affare potesse considerarsi concluso.
Anche se ci sono stati casi in cui il Dipartimento di Giustizia ha frenato possibili accordi, come nel caso relativo alla partnership per l’advertising con Yahoo!, Dennis Woodside nel suo comunicato afferma che confida che la transizione venga portata a termine in tempi rapidi.

Noi siamo ansiosi che l’affare venga concluso, per poter vedere come Google intenda integrare la tecnologia acquisita da Motorola nel proprio ecosistema e come intenda utilizzarne il parco brevetti, nella disputa del quale più di una volta vi abbiamo parlato.

Via | All Things D

Leave a Reply

Jacopo Rabolini Articolo scritto da

Technical lead e fondatore di Engeene. Si occupa di web design e web development nel tempo libero. Vorrebbe farne la sua professione. Ama il web, la tecnologia, lo spazio, i Lego, Doctor Who e un sacco di altre cose che gli hanno valso a volte l'appellativo di Nerd e altre quello di Geek.

Contatta l'autore

Previous post:

Next post: