Google Maps e l’ebraismo in Spagna

Di - 8 January 2013 - in

In collaborazione con il team di Google la compagnia spagnola Red de Juderías de España ha prodotto un sito internet tramite cui è possibile scoprire ed esplorare il patrimonio ebraico della Spagna, un bene nazionale che vanta più di mille anni di storia. Il sito in questione è redjuderias.org nel quale è stato implementato Google Maps per segnalare le località che hanno segnato la storia ebraica in spagna.

Una volta effettuato l’accesso a redjuderias.org è possibile settare la lingua tra spagnolo ed inglese, e per entrare nella schermata di Google Maps è sufficiente premere sul tasto “Begin Exploring”. In questo modo si viene catapultati in una guida interattiva tramite cui è possibile navigare fra più di 500 località e visionare centinaia di registri contenenti numerose informazioni sull’evoluzione dell’ebraismo in spagna. Interagire con la mappa è semplice, ed è possibile applicare dei filtri tematici alla ricerca per scoprire luoghi, storie o personaggi storici specifici. Ad arricchire il tutto troviamo un’ottima timeline, la quale utilizza più di 900 date che hanno segnato la storia del popolo ebraico in Spagna. L’applicazione presente nel sito redjuderias.org genera infatti delle linee del tempo interattive tramite cui è possibile visionare in maniera chiara ed intuitiva tutti gli eventi storici di maggiore importanza, ognuno largamente trattato tramite dettagliate documentazioni. Utilizzando la mappa offerta da Google, è possibile invece cercare informazioni sulle località evidenziate ed avere anche una visione a 360° del luogo tramite l’utilizzo di Street View.

maps      Immagine

Il progetto che stiamo analizzando fa parte di una serie di ricerce effettuate da Google per dare maggior rilievo a particolari eventi culturali direttamente nel web. William Echikson scrive infatti nel blog ufficiale di Google che proprio questa settimana il team ha lavorato con Israel Antiquities Authority per lanciare una collezione online di oltre 5000 frammenti di antiche pergamene, attraverso il sito Leon Levy Dead Sea Scrolls Digital Library. Inoltre, ancora lo scorso anno, era stato annunciato un progetto per digitalizzare e rendere disponibili gli archivi del Yad Vashem Museum’s Holocaust. Anche l’arte è un patrimonio culturale, ed infatti tramite il Google Art Project è possibile visionare online più di 35000 opere d’arte conservate in 180 musei di tutti il mondo.

Fa piacere sapere che Google non tralasci la storia e la cultura della nostra civiltà, collaborando assieme ad altre compagnie per creare servizi online dedicati all’informazione. Inoltre, l’utilizzo di Google Maps per conoscere al meglio la storia del popolo ebraico in Spagna, può essere d’aiuto per meglio orientarsi fra i monumenti e le attrazioni storiche del paese, e rappresenta un pratico esempio di altri possibili portali dedicati alla storia delle nostre civiltà.

Fonte | Google Official Blog 

Leave a Reply

Riccardo Rizzo Articolo scritto da

Studente di informatica a Padova, appassionato di tecnologia, videogiochi e musicista a tempo perso.

Contatta l'autore

Previous post:

Next post: