Google Maps, in fondo al mar…

Di - 26 September 2012 - in
Post image for Google Maps, in fondo al mar…

“A partire da oggi, potrete usare Google Maps per trovare una tartaruga marina nuotare in mezzo ad un banco di pesci…”. Ecco come venne annunciata qualche giorno fa la nuova funzione “SeaView” di Google Maps, la quale permette di esplorare alcuni dei più famosi fondali marini al mondo.


View Larger Map

Al momento SeaView è disponibile solo in alcune località, tra cui Hawaii, Filippine e Australia, anche se sono già pronte nuove spedizioni per aumentare i luoghi visitabili. Per rendere possibile ciò, Google ha collaborato con  Catlin Seaview Survey, che si occupa di monitorare e studiare le barriere coralline.

Per l’occasione è stata utilizzata una videocamera progettata appositamente per catturare 4 immagini panoramiche a 360° al secondo, si chiama SVII ed ha un motore che permette di muoversi a circa 4 chilometri orari.

Questo nuovo spettacolare servizio va a fare il paio con Ocean di Google Earth, chissà magari un giorno Google Maps e Google Earh diventeranno una cosa sola ed avremo così la possibilità di esplorare tutti i fondali marini del mondo e non solo

Sky’s the limit?

Fonte: Google Official Blog

Leave a Reply

Sebastiano Greco Articolo scritto da

Sistemista per lavoro, programmatore per passione, ormai da qualche anno va avanti a pane e Google.

Contatta l'autore

Previous post:

Next post: