Google Maps negli studi di Harry Potter

Di - 16 July 2013 - in
Post image for Google Maps negli studi di Harry Potter

Google Maps, attraverso la sua famosa funzione di Street View, sbarca niente poco di meno che a Diagon Alley! Dalle visuali esterne degli Studios della Warner Bros, fino al cuore della Londra “Magica” di Harry Potter, è possibile finalmente fare un passeggiata virtuale sospesa tra fantasia e realtà.

Google ci ha davvero permesso di viaggiare ovunque, dalle montagne più alte dell’Himalaya, fino alle barriere coralline degli oceani più incontaminati, ma questa volta si è davvero superata permettendoci di varcare i confini della fantasia. Gli ingegneri di Mountain View hanno infatti mappato gli Studi Warner Bros. di Leavesden, Hertfordshire. In questi studi sono presenti le scenografie di numerose scene della saga del Mago più famoso del mondo, in particolare quelle ambientate a Diagon Alley, la strada segreta nel cuore di Londra dove è possibile fare acquisti delle merci magiche più svariate.

Hall degli studi, si intravede la Ford Anglia "volante" ed il Planetario della torre di Astronomia.

Nella Hall degli studi Warner Bros sono presenti gigantografie dei protagonisti della saga di JK Rowling: una giovanissima Ginny Weasley, la cattivissima Bellatrix Lestrange, il Prof nonhabisognodipresentazioni Severus Piton ed il protagonista del terzo libro della saga nonché padrino di Harry Potter ovvero Sirius Black. Interagendo con le frecce dello street view ci si può spostare nella hall visitando vari negozi ad hoc, i caffè e soprattutto visitare una prima chicca degli Studios, il sottoscala del giovane Harry Potter.

Il sottoscala dove Harry Potter dorme fino al suo undicesimo compleanno.

Il sottoscala di Privet Drive 4, la casa degli zii dove Harry Potter dorme fino al compimento degli 11 anni, è certamente uno dei luoghi più famosi dell’intera storia. Pieno di ragni, basso e molto buio, probabilmente influisce moltissimo sulla cagionevole salute del giovane “Prescelto“.

Ingresso della Gazzetta del Profeta e della Banca Gringott.

Appena si passa dalla Hall degli Studios al cuore della Londra Magica di Diagon Alley, sono presenti le scenografie del Daily Prophet e della Banca dei maghi, la Gringott. È curioso notare il drappeggio verde che sovrasta gli uffici della Gazzetta del Profeta. Sembra quasi che lo staff della Warner Bros abbia voluto intonare gli uffici della redazione ai vestiti della pungente reporter Rita Skeeter (“Quel giorno era vestita di verde acido, che s’intonava perfettamente con la Penna Prendiappunti” cit.HP4). Di fianco alla Banca Gringott, invece, c’è l’ingresso per il sinistro quartiere di “Notturn Alley”, dove sono presenti i negozi di magia oscura ed i maghi meno raccomandabili. La banca Gringott è famosa per avere ospitato la “Pietra Filosofale” nel primo libro di Harry Potter e anche per via della spettacolare fuga di Harry, Ron ed Hermione a cavallo di un Drago nel settimo ed ultimo libro della saga. Di fronte alla Gringott che fa da angolo, si apre in tutto il suo splendore Diagon Alley.

Diagon Alley, vista degli Studios, sulla sinistra un Mangiamorte fa capolino da una tetra stradina.

Dopo aver superato l’angolo tra la Gringott e Notturn Alley ci si ritrova finalmente in Diagon Alley. Sotto gli occhi di un Mangiamorte (la cerchia di adepti più vicina a coluichenondeveesserenominato, il mago oscuro più potente della storia, Lord Voldemort) che ci osserva da una tetra stradina, possiamo incamminarci lungo il ciottolato per fare visita ai negozi più famosi del mondo magico. Olivander (Bacchette magiche dal 382 A.C.), il Ghirigoro (la libreria dei maghi), la gelateria di Florian Fortebraccio ed il negozio dei gemelli Weasley, ‘Tiri Vispi Weasley‘ appunto. Non poteva mancare la sartoria di Madama McClan, dove Harry incontra per la prima volta il suo coetaneo ed acerrimo nemico dei Serpeverde Draco Malfoy, e nemmeno “Accessori di qualità per il Quidditch”, il negozio di articoli per lo sport più diffuso del mondo magico, dove Harry passa intere giornate ad ammirare i manici di scopa più veloci ed equilibrati al mondo, come la sua Nimbus 2000 e la fenomenale Firebolt (da 0 a 250 kmh in meno di 10 sec!)

Tiri Vispi Weasley, negozio di scherzi. In primo piano le pasticche vomitose.

Insomma, questo nuovo, stupendo aggiornamento di Google Maps, sarà graditissimo a tutti i fans del maghetto con la cicatrice, i Potterheads. Un esercito di fans di cui faccio parte (dall’enfasi descrittiva credo si fosse già intuito…) e che, ironia della sorte (o magia??), è toccato proprio a me raccontare.

Un plauso a Google ed ai suoi ingegneri che hanno abbattuto le frontiere tra Maghi e  Babbani (persone prive di poteri magici), andando oltre quelli che erano una volta i confini tra la fantasia e la realtà: il binario 9 e 3/4 della stazione di King’s Cross di Londra ed il Paiolo Magico, un pub che portava attraverso un varco segreto, direttamente a Diagon Alley. Infatti, da ora in poi, basterà andare su Google Maps al Link della Warner Bros Studio Diagon Alley per poter visitare tranquillamente dal vostro PC/tablet/Smartphone i luoghi segreti della Londra Magica di JK Rowling.

Articoli correlati:

Leave a Reply

Dario Mola Articolo scritto da

Da sempre con la passione per l'informatica e le nuove tecnologie. Con l'universo Android è stato un vero colpo di fulmine, un progetto che seguo dalla versione 1.6 passando per tutte le Major Release successive. Mi piace andare a scovare applicazioni poco note per portarle alla ribalta, è un pò come contribuire alla crescita dell'ecosistema Android filtrando le applicazioni più valide e meritevoli. Appassionato di sport, scacchi, cucina e libri.

Contatta l'autore

Previous post:

Next post: