[Google Plus] Visualizzazione grafica della popolarità di un post

Di - 28 October 2011 - in

Continuiamo la carrellata delle nuove funzioni di Google+ presentandovi Ripples, la nuova visualizzazione grafica della popolarità di un articolo.
Questa è una funzione che gli americani definirebbero con un neologismo di “analysis porn“.
Già perché lo scopo di Ripples è proprio quello di mettere a nudo la “vita” di un post e rappresentarne in modo spettacolare le condivisioni, i commenti, le ricondivisioni, i commenti alle ricondivisioni e così via.

Il grafico è inoltre interattivo, cosa che consente all’utente di zoomare per vedere chi ha fatto che cosa, aggiungere gli utenti che appaiono nel grafico a piacimento, e addirittura vedere un’animazione che mostra l’attività relativa al post nel suo svolgimento nel tempo.

Naturalmente il vero scopo di Ripples non è quello di essere una funzione simpatica per i le “rock star” di Google+. 
Ripples è la risposta di Google alle critiche sul mancato supporto al mondo business, ed una risposta diretta a Facebook che va molto forte in questo ambito.
Ripples è infatti un formidabile strumento di analisi per le aziende.
Attraverso le sue funzioni Ripples consente alle aziende di analizzare in modo semplice e potente l’efficacia delle proprie campagne.
Ma c’è di più.
La cosa forse più innovativa di Ripples è quella di riuscire, forse per la prima volta, a scovare una “bestia rara“, il vero unicorno del mondo della pubblicità e del marketing: l’opinion leader.
Pensatela come volete, ma il fatto di poter individuare quegli utenti che, condividendo dei messaggi dell’azienda, sono in grado di veicolare gli stessi verso un numero elevato di altri utenti, rende esattamente in grado all’azienda di individuare e gestire coloro che, più di altri, si pongono come facilitatori nella diffusione delle azioni di marketing aziendale.
Credo comunque che questo sia solo l’inizio e che Google abbia in servo, sotto questo punto, altre innovazioni simili o maggiori di questa.
Sarà davvero interessante osservare come si evolverà la cosa, ma sono convinto che Google+ racchiuda ancora molte potenzialità che presto verranno espresse da Google.
Vi lascio al video ufficiale di presentazione della funzione.

Leave a Reply

Gabriele Visconti Articolo scritto da

Editor in Chief per Engeene. Appassionato di Linux, FOSS, videogame e, da poco, di cucina. Parla quattro lingue ed ama leggere libri in lingua inglese.

Contatta l'autore

Previous post:

Next post: