Google presenta le Glass Apps

Di - 13 March 2013 - in
Post image for Google presenta le Glass Apps

Come ci si aspettava dopo la pubblicazione del video in cui venivano mostrate nuove funzionalità, le applicazioni dedicate ai Google Glass non si sono fatte attendere molto ma, cosa ancor più importante, si era certi che la versione “classica” di queste stesse, per come le conosciamo, non sarebbe stata adatta al nuovo gioiello di mamma Google. Ecco che quindi oggi ci vengono presentate le Glass Apps.

I Google Glass in un nuovo video

L’evento SXSW Interactive

Durante l’evento, Google ci ha mostrato alcune applicazioni di terze parti, sviluppate appositamente per Glass, le quali, rispettano quelli che saranno i 4 punti principali necessari per lo sviluppo software sulla piattaforma:

  1. Progettato per Glass
  2. Non intralciare
  3. Essere tempestivo
  4. Evitare gli imprevisti

Anche Gmail avrà il suo ruolo nella lente, infatti sarà possibile impostare un filtro per le email importanti, le quali verranno visualizzate tramite notifica direttamente di fronte al nostro occhio, con addirittura la possibilità di rispondere alle stesse grazie al riconoscimento vocale. L’obiettivo principale è quello di rendere accessibile la tecnologia senza sforzo alcuno.

Oggi ci vengono presentate le Glass Apps

Tornando alle app di terze parti, Evernote ha svelato la sua versione di Skitch per Glass. Dall’applicazione sarà possibile scattare foto e condividerle, per poi magari modificarle in un secondo momento con tablet/smartphone e salvarle su Evernote.

Sempre per rimanere nell’ambito fotografico, sarà disponibile l’applicazione Path, la quale vi permetterà di ricevere foto dalle persone a voi care e di rispondere con una emoticon per esprimere il vostro stato d’animo rispetto a quest’ultime.L’obiettivo principale è quello di rendere accessibile la tecnologia senza sforzo alcuno.

Il pezzo forte comunque è stata l’applicazione del New York Times, la quale vi permetterà grazie a Notifiche Push di rimanere sempre aggiornati su ciò che succede nel mondo. Inoltre, grazie alla gesture “look up” della testa, Glass vi mostrerà foto e titoli della notizie, con addirittura la possibilità di farvi leggere il testo delle stesse.

Le Mirror API

Quello che accomuna queste applicazioni, oltre ai 4 punti già citati, è l’interfaccia Timeline cards, la quale in pratica è ciò che ci sarò mostrato nel nostro campo visivo e che sarà alimentata dai dati forniti dalle Mirror API di Google.

Le Mirror API sono state presentate durante gli eventi speciali “Glass Foundry” di qualche settimana fa, indetti da Google per gli sviluppatori Glass, i quali beneficiano della versione (appunto per sviluppatori) “Explorer Edition”. Tali API sono state presentate come perfette per gli sviluppatori, permettendo agli stessi di usare il linguaggio di programmazione che più li aggrada.

Le Mirror fanno uso di “RESTful Web Services”, architettura standard basata su protocollo REST, il quale in pratica lavora principalmente con file XML, ed è già usato in altre API di Google, come per esempio quelle per la ricerca online.

Ancora però non ci sono date di rilascio per le API ne tanto meno si sa quando i 1800 pre-order circa di Glass verranno consegnati agli sviluppatori.

Si aprono scenari sempre più interessanti per questo magnifico dispositivo, ma sono dell’opinione che il meglio deve ancora arrivare, come molte volte ci hanno insegnato, la fantasia e la creatività non manca agli sviluppatori indipendenti, quindi, sono impaziente di vedere cosa tireranno fuori non appena saranno disponibili le API di Glass.

Can’t wait to “see”…

Fonte e Foto: The Verge

Leave a Reply

Sebastiano Greco Articolo scritto da

Sistemista per lavoro, programmatore per passione, ormai da qualche anno va avanti a pane e Google.

Contatta l'autore

Previous post:

Next post: