Google produce un cortometraggio sul WEIZAC

Di - 14 June 2013 - in
Post image for Google produce un cortometraggio sul WEIZAC

Israele ora è una delle potenze tecnologiche del mondo, oggi secondo soltanto alla Silicon Valley come terreno fertile per le start-up. Non è stato però sempre così e se c’è stata questa inversione di tendenza lo si deve anche ad Aviezri Fraenkel, professore che si impegno nella realizzazione di WEIZAC, primo computer israeliano. In occasione dell’84° compleanno di Fraenkel, Google ha pubblicato (e prodotto) un cortometraggio che ripercorre le gesta del team di sviluppo.

L’apertura dei giochi si deve ad un geofisico e matematico cresciuto al MIT, Chaim Pekeris, che accettò di trasferirsi all’Istituto Weizmann solo se si fosse realizzato un calcolatore. Venne così istituito un comitato per la disamina della proposta. Una fazione del gruppo di studio, guidata da Albert Einstein era contraria alla realizzazione del computer in Israele, poiché pensavano sarebbe stato poco utilizzato e non vi erano in loco le menti adatte alla progettazione. Il padre della relatività fu però convinto da un’altra insegne figura del Novecento: John Von Neuman.

Un pupillo di Von Neuman, tale Jerry Estrin, iniziò a collaborare con Pekeris per la realizzazione del WEIZAC (Weizmann Automatic Calculator), che sarebbe stato realizzato sulla base di alcuni progetti che diedero vita al computer di Princeton. Dopo il reclutamento della squadra addetta alla costruzione, di cui faceva parte anche Aviezri Fraenkel, venne il momento di racimolare le materie prime, in parte reperite localmente dall’adattamento di materiali destinati ad usi differenti, o importate dall’estero.

Iniziato nel 1953, il WEIZAC fu completato nel 1955 dopo appena 15 mesi di lavoro; il calcolatore restò attivo fino al 1963 ed al momento è ospitato nell’istituto israeliano come cimelio per le future generazioni d’ingegneri.

Via | Google

Leave a Reply

Emanuele Boncimino Articolo scritto da

Web designer, sviluppatore, tech specialist ed Android Guru: sono gli obiettivi che vorrebbe raggiungere nel lungo termine. Mantiene un ottimo grado di conoscenza del mondo racimolando news estere. Sempre alla ricerca di sfide che possano nutrire la propria mente: Engeene è tra queste.

Contatta l'autore

Previous post:

Next post: