[Google] Project Re:Brief, i 18 anni del digital advertising

Di - 13 March 2012 - in
I 18 anni sono un momento importante. Segnano un netta linea di demarcazione tra l’adolescenza e la maggiore età. Questo vale ovviamente per l’uomo, che però non perde occasione di “umanizzare” il mondo che lo circonda. Google ha infatti deciso di celebrare un compleanno importante: quello del digital advertising che diventa maggiorenne.

Per celebrare questo particolare compleanno Google ha deciso di guardare al passato.

La pubblicità, come mezzo di comunicazione, è in realtà un concetto molto antico, mentre la pubblicità come noi la conosciamo, con manifesti, scritte e slogan, è invece relativamente recente.
Se andiamo in dietro con la memoria, ci accorgeremo di come la pubblicità sia stata lo specchio della società che l’ha generata, incastrata nella tecnologia disponibile al tempo della sua creazione.

Cosa succederebbe se un gruppo composto da grandi pubblicitari del passato, che hanno contribuito a creare alcuni degli spot più iconici degli anni ’60 e ’70, si cimentassero con le tecnologie attuali?
Questo è, in poche parole, il concetto dietro a Project Re:Brief. §Con questo progetto, Google ha pensato di selezionare quattro famosi spot del passato e i relativi autori e di affiancarli nel ricreare e attualizzare i vecchi spot attraverso le tecnologie attuali.
I nomi coinvolti in questo progetto sono Amil Gargano, Paula Green, Harvey Gabor, Howie Cohen and Bob Pasqualina, gli autori dietro a famose pubblicità di Coca-Cola, Volvo, Alka Selzer e Avis.

Il concetto è quello di riuscire a distillare l’essenza e il messaggio dietro alle vecchie pubblicità e attualizzarle mediante l’uso di tecnologie moderne.

Ad esempio è molto interessante il risultato ottenuto per la pubblicità della Coca-Cola, che permette di registrare un messaggio e di inviare una lattina di Coca ad alcuni distributori sparsi per il mondo. Chi interagirà con il distributore, potrà ricevere una lattina gratuita e registrare un messaggio di ringraziamento che verrà recapitato a chi ha inviato il primo messaggio.
Lo spot originale celebrava l’unità delle persone, raffigurandole come un grande albero. Nel mondo moderno l’unità viene rappresentata su scala globale e, grazie all’uso della tecnologia, è possibile comunicare con persone che stanno dall’altra parte del mondo.

Personalmente ho trovato questo progetto un’idea davvero suggestiva, anche se devo ammettere che dei quattro spot selezionati, ricordo solo quello della Coca-Cola (anche se temo che non tutti siano arrivati in Italia).

Sul sito del progetto è possibile reperire diverse informazioni sugli spot originali e sul progetto che vede Google collaborare con i pubblicitari del passato per reinventare i loro spot.

Qui di seguito potete vedere il video introduttivo che presenta Project Re:Brief, mentre di seguito i video relativi al lavoro sulla pubblicità della Coca-Cola e della Volvo. 

Leave a Reply

Jacopo Rabolini Articolo scritto da

Technical lead e fondatore di Engeene. Si occupa di web design e web development nel tempo libero. Vorrebbe farne la sua professione. Ama il web, la tecnologia, lo spazio, i Lego, Doctor Who e un sacco di altre cose che gli hanno valso a volte l'appellativo di Nerd e altre quello di Geek.

Contatta l'autore

Previous post:

Next post: