[Google] Rapporto: 900.000 server per Google

Di - 3 August 2011 - in

Un articolo di lunedì a cura del sito datacenterknowledge.com riporta informazioni interessanti circa la quantità di server in forza a Google.
Pare infatti che l’azienda di Mountain View utilizzi approssimativamente 900.000 server all’interno dei propri data center.
L’articolo si basa su un rapporto sul consumo di energia da parte dei data center in generale, preparato dall’esperto e professore di Standford Jonathan Koomey per il New York Times.
Nessuno conosce nei dettagli la struttura dei data center e il numero di server utilizzati da Google.
Tuttavia, nel corso della raccolta dati per la stesura del report, Koomey ha ricevuto un’informazione da parte di David Jacowitz, un program manager del Green Energy Team di Google, riguardante il fatto che l’elettricità utilizzata dai data center di Google è inferiore al 1% di 198.8 miliardi di kWh – l’assorbimento di energia da parte dei data center su scala globale stimato per il 2010.
Questo significa che Google potrebbe avere un consumo di energia per tutti i suoi data center pari solamente a 220 megawatt di potenza.
Koomey riporta che l’utilizzo di energia elettrica di Google, per quanto riguarda i data center, è pari a circa lo 0,01% del consumo totale mondiale di energia elettrica nel 2010.
Come anche il New York Times sottolinea, queste stime confermano ancora una volta le speculazioni circa il fatto che la struttura di data center di Google sia tecnologicamente più avanzata anche e soprattutto per quanto riguarda l’efficienza energetica.
Si possono trovare altre conferme su questo aspetto e maggiori informazioni nella pagina informativa sui data center di Google.
Di seguito un video che mostra i punti salienti dei vari interventi di Google all’ultima conferenza sull’efficienza dei data center, tenutasi a Zurigo nel maggio del 2011

Leave a Reply

Gabriele Visconti Articolo scritto da

Editor in Chief per Engeene. Appassionato di Linux, FOSS, videogame e, da poco, di cucina. Parla quattro lingue ed ama leggere libri in lingua inglese.

Contatta l'autore

Previous post:

Next post: