Google ritira Chrome Frame

Di - 17 June 2013 - in
Google Chrome Frame

Per quanto riguarda il browser Chrome, Google ha sempre offerto una grande varietà di soluzioni adatte a tutte le piattaforme. Questo è stato sicuramente un importante fattore nella rapida diffusione di questo software, dal momento che gli utenti possono utilizzarlo su Linux, Mac, Windows, Android e iOS. Nel 2009, quando molti utenti basavano la loro esperienza su browser non aggiornati o che mancavano del supporto delle nuove tecnologie, Chrome ha saputo introdurre grandi novità nel mercato.

Restava comunque un problema di fondo: offrire servizi web innovativi non solo a chi utilizzava Google Chrome, ma anche agli altri utenti. Per questo è nato Chrome Frame, un plugin per Internet Explorer, il browser che più di tutti incarna il problema in questione, perché molti utenti sono fermi alle vecchie versioni e comunque l’aderenza agli standard e il supporto alle nuove tecnologie sono piuttosto carenti. Questo plugin serve ad introdurre le potenzialità di Google Chrome nel browser di Microsoft, permettendo agli sviluppatori di dimenticare le limitazioni nella creazione delle loro applicazioni web.

Sono passati quattro anni ed oggi le cose sono molto diverse: la maggior parte degli utenti utilizza browser moderni con una funzionalità di aggiornamento automatico, quindi non c’è più un grande rischio di trovare dall’altro lato dello schermo un browser che manca di supporto per le tecnologie utilizzate dagli sviluppatori.

La situazione attuale ha portato Google a scegliere di ritirare Chrome Frame, il cui supporto terminerà in Gennaio 2014. Gli sviluppatori che consigliano l’uso di questo plugin sono quindi invitati a consigliare l’utilizzo di un browser moderno seguendo le FAQ.

Gli amministratori IT che utilizzano Chrome Frame perché le applicazioni necessarie sono compatibili solamente con browser vecchi possono scaricare Chrome per Business, che integra un Legacy Browser Support che permette agli impiegati di passare da Chrome ad altri browser senza alcun problema.

Via | Chromium Blog

Leave a Reply

Mattia Migliorini Articolo scritto da

Studente di informatica presso l'Università di Padova, web designer, amante di Linux e dell'open source in generale. Membro di Ubuntu e di 2viLUG, da gennaio 2012 è collaboratore di Engeene.

Contatta l'autore

Previous post:

Next post: