Google Search: le novità di maggio

Di - 15 June 2012 - in

Abbiamo appena terminato una carrellata di aggiornamenti per Google Chrome ed ecco che torniamo a presentare uno dei nostri appuntamenti fissi: il resoconto mensile delle novità introdotte in Google Search. Gli aggiornamenti nel mese scorso sono stati 39, meno del mese di aprile, ma più importanti. Questi, inoltre, vanno a toccare un po’ tutti gli ambiti che interessano le ricerche, dalla sicurezza all’accuratezza, quindi ognuno di essi è di grande importanza. Per semplicità (e per non risultare noiosi) ne prendiamo in esame solamente alcuni, quelli che ci riguardano più da vicino e i più interessanti.

La sicurezza è probabilmente uno dei fattori che più interessano gli utenti, soprattutto quelli che utilizzano Windows. Già da tempo Google segnala i siti che potrebbero contenere malware, ma molti siti possono essere compromessi in pagine più profonde. La società di Mountain View ha così migliorato la rilevazione delle pagine compromesse, limitando pertanto il messaggio d’avviso a queste ultime.

Un altro argomento che sta a cuore a molti è l’autocompletamento. Si tratta certamente di una funzione molto utile e soprattutto comoda, ma può facilmente essere imprecisa. Tra gli aggiornamenti rilasciati ve ne è uno che rimuove dai consigli mostrati quelli più arbitrari, mentre gli altri vengono mostrati affianco ai risultati della ricerca come contenuti aggiuntivi.
L’autocompletamento viene migliorato anche nelle piattaforme mobile grazie ad un aggiornamento che rende più veloce questa funzione.

Al momento in cui scrivo, è in corso la partita degli europei di calcio tra Spagna e Irlanda. Google è sempre attenta anche agli sport e nel mese scorso ha migliorato la funzione riguardante il calcio, unificandola tra Spagna, Inghilterra, Germania e Italia, così da renderla più leggera e riportare contenuti più rilevanti.

L’ultimo aggiornamento che prendiamo in considerazione riguarda i titoli delle pagine visualizzate come risultati delle ricerche. Spesso questi, se troppo lunghi, vengono tagliati. Un nuovo aggiornamento permette di rimpiazzare i titoli troppo lunghi con titoli più corti che riassumano significativamente il significato espresso dall’originale. Molto importante è il fatto che vengono sostituiti i titoli lunghi solamente se il nuovo titolo ha lo stesso significato, altrimenti vengono tagliati.

La nostra panoramica è terminata, pertanto l’appuntamento è al mese prossimo. Non mancate!

Via | Inside Search

Leave a Reply

Mattia Migliorini Articolo scritto da

Studente di informatica presso l'Università di Padova, web designer, amante di Linux e dell'open source in generale. Membro di Ubuntu e di 2viLUG, da gennaio 2012 è collaboratore di Engeene.

Contatta l'autore

Previous post:

Next post: