Google si accorda con l’Antitrust europeo?

Di - 26 July 2012 - in

Secondo un articolo del Financial Times Google avrebbe predisposto una bozza di accordo con l’Antitrust dell’Unione Europea al fine di evitare un procedimento e le conseguenti sanzioni che ne deriverebbero. I dettagli di questo accordo non sono ancora conosciuti e, interpellata sulla questione, Google non ha confermato ma si è limitata ad affermare che lavorano fianco a fianco con l’Unione Europea.

L’attività d’indagine svolta dall’Antitrust sotto la guida del commissario Almunya ha sollevato alcuni dubbi riguardanti alcune attività connesse al motore di ricerca di Google. Tali dubbi sono i seguenti:

  1. Risultati “verticali” delle ricerche: Google mostrerebbe collegamenti ai propri servizi in modo diverso a quanto non faccia per servizi analoghi offerti dai concorrenti.
  2. Uso di contenuti dei concorrenti: Google utilizzerebbe materiale provenienti dai siti web dei concorrenti per migliorare i propri risultati senza chiedere la dovuta autorizzazione. In questo modo Google sfrutterebbe indebitamente gli investimenti altrui.
  3. Esclusività di AdSense: gli accordi con chi pubblica gli annunci di AdSense sarebbero in realtà accordi in esclusiva con il servizio pubblicitario di Google e questo impedirebbe agli utenti di utilizzare contemporaneamente altri servizi pubblicitari concorrenti.
  4. Portabilità delle campagne pubblicitarie in uscita da AdWords: Google non agevolerebbe il trasferimento di una campagna pubblicitaria da AdWords ad un servizio concorrente.

La mancata conferma di Google circa l’esistenza di un accordo, tuttavia, non è una smentita ed è lecito credere che simili trattative siano realmente in corso.

Via | Search Engine Land

Leave a Reply

Matteo Luigi Riso Articolo scritto da

Avvocato, programmatore, geek tutto in uno. Una passione smodata per la tecnologia e l’informatica, avido utilizzatore di Google e Android. La sua missione è divulgare e far comprendere la tecnologia e gli aspetti ad essa connessi.

Contatta l'autore

Previous post:

Next post: