Goole Play Services arriva alla versione 3.1

Di - 28 May 2013 - in
Post image for Goole Play Services arriva alla versione 3.1

Proprio in questi giorni Google sta effettuando il roll-out della sua nuova piattaforma Google Play Services, composta da diverse funzionalità e servizi presentati al Google I/O 2013, arrivata oggi alla versione 3.1.
La nuova versione comprende Google Play Games services, facenti parte della nuova piattaforma cloud per il social gaming; servizi location-based che permettono di costruire più facilmente apps geolocalizzate e con più funzioni; per le app che utilizzano la Google Cloud Messaging platform ora è possibile usufruire del protocollo XMPP e di altre API; ed infine la Google+ Cross-Platform Single Sign On, per mantenere l’accesso alle app attraverso dispositivi multipli.
Vediamo in dettaglio di cosa si tratta.

Google Play Games Services

Le API di questi servizi permettono agli sviluppatori di creare giochi rendendoli più social, aggiungendo facilmente risultati, classifiche e possibilità di salvataggi sul Cloud di Google a prescindere se si sta giocando su un dispositivo Android, su iOS, sul web o qualsiasi altra piattaforma online. È possibile quindi, ad esempio, iniziare un gioco sul proprio Nexus, continuare a giocare su un dispositivo iOS, raggiungere un traguardo e visionarlo su un browser.
È  possibile usufruire di tutti questi servizi attraverso il Google Play Services SDK. Per maggiori informazioni vi rimandiamo alla documentazione ufficiale.

Location API

Con questo nuovo rilascio Google ha semplificato l’utilizzo delle API ed ha completamente riscritto l’algoritmo di localizzazione per rendere la posizione più accurata e flessibile, garantendo, inoltre, un minor consumo di batteria.
Tra le nuove API è presente la geofencing API, per la delimitazione geografica, attraverso cui è possibile impostare dei confini geografici intorno a posizioni specifiche e quindi ricevere notifiche di quando un utente entra o esce da quest’area.
L’activity recognition API, invece, rende più facile controllare l’attività corrente dell’utente, se sta passeggiando, andando in bici o addirittura se sta guidando un veicolo. Il tutto con un consumo veramente efficiente della batteria.
Per saperne di più, è possibile seguire il training class o direttamente la documentazione di riferimento.

Google Cloud Messaging

Sono state snellite le API per rendere il servizio di Google Cloud Messaging (GCM) più facile da impostare ed al tempo stesso sono state aggiunte nuove funzionalità di messaggistica. Il nuovo GCM Cloud Connection Server (CCS) permette ai server di terze parti di comunicare con i dispositivi Android, stabilendo una connessione TCP persistente con i server Google utilizzando il protocollo XMPP. Tra i benefici del CCS ci sono: la natura asincrona del protocollo XMPP permette di inviare più messaggi con poche risorse; la comunicazione è bidirezionale; la possibilità di inviare messaggi sullo stesso canale di ricezione permette un miglior utilizzo della batteria.
Un’altra novità nel servizio GCM è la User Notification API. Questa API permette di sincronizzare le notifiche tra i diversi dispositivi di un utente.
Per iniziare con GCM, vi rimandiamo alla relativa documentazione.

Google+ Cross-Platform Single Sign On

Attraverso questa nuova funzionalità viene automaticamente effettuato l’accesso ad un’app da un dispositivo se lo stesso è già stato effettuato utilizzando la stessa app da un altro dispositivo.
Se l’applicazione utilizza già il supporto Google+ Sign-In, nei prossimi giorni usufruirà quindi anche del supporto multi-piattaforma.

Credo che Google con questo nuovo rilascio abbia non solo facilitato di molto la vita agli sviluppatori rendendo più snello l’utilizzo di alcune API, ma abbia anche fornito nuove interessanti feature che non aspettano altro di essere impiegate. Vediamo come gli sviluppatori saranno in grado di applicare queste funzionalità garantendo un servizio più ad hoc per l’utente e più efficiente.

Via | Android Developers Blog

Leave a Reply

Fabrizio Variano Articolo scritto da

Laureato e specializzato in Informatica con il massimo dei voti, lavora come Software engineer con compiti di team leading progettando e sviluppando soluzioni in ambito web con tecnologie Java e “dintorni”. Grande appassionato di tecnologia, negli ultimi anni si è avvicinato all’ambito mobile, sia hardware che software, con l’intento di far suo questo mondo affascinante. Oltre a viaggiare, tra i suoi hobby ci sono: la moto, la cucina ed il cinema.

Contatta l'autore

Previous post:

Next post: