[Gtug] Il Google Country Day a Firenze

Di - 28 June 2011 - in

Sapete cos’è un Gtugs? Si tratta dell’acronimo per Google Technology User Groups ed in pratica sono gruppi di persone sparse per il mondo e organizzate in gruppi, con lo scopo di discutere e approfondire la conoscenza della tecnologia di Google, attraverso webinar, forum ed eventi.
Come l’ evento organizzato dal Gtug di Firenze.

Se siete sviluppatori e siete interessati ad approfondire la vostra conoscenza di prodotti Google e se passata da Firenze Mercoledì 6 Luglio, forse sarete interessati al Google Country Day che si terrà a Palazzo Corsini.
L’evento si svilupperà nell’arco di tutta la giornata e sarà diviso principalmente in due parti: al mattino si terrà un incontro riservato alle imprese e presieduto da Stefano Maruzzi, Contry Manager di Google Italy.
Nel pomeriggio inoltrato, si terrà l’incontro vero e proprio organizzato dal Gtug di Firenze e incentrato sulle tecnologie Google.
Il programma dell’evento sarà il seguente:

  • 17:00 – 17:30 > registrazione
  • 17:30 > inizio sessione
  • 17:30 – 18:30 > Chrome e HTML5
  • 18:30 – 19:00 > Chrome Webstore: tools di sviluppo e best practices
  • 19:00 – 19:30 > Q&A
  • 19:30 – 21:00 > Aperitivo in terrazza.
All’evento sarà presente Sam Dutton, Developer Advocate di Google UK del team di Google Chrome.
La partecipazione all’evento è gratuita ed è sufficiente iscriversi dall’apposito modulo.
Purtroppo non riusciremo a partecipare all’evento, ma speriamo di poterne leggere un resoconto al più presto, ma siamo contenti che la sempre più fiorente comunità di Gtugs italiani (per ora siamo a quota nove), organizzo eventi come questo.
Nel frattempo speriamo che il Gtug di Milano, a noi decisamente più vicino, organizzi presto qualcosa di simile!

Leave a Reply

Jacopo Rabolini Articolo scritto da

Technical lead e fondatore di Engeene. Si occupa di web design e web development nel tempo libero. Vorrebbe farne la sua professione. Ama il web, la tecnologia, lo spazio, i Lego, Doctor Who e un sacco di altre cose che gli hanno valso a volte l'appellativo di Nerd e altre quello di Geek.

Contatta l'autore

Previous post:

Next post: