I miglioramenti di Search by Image

Di - 6 July 2012 - in

Google ha lanciato l’anno scorso Search by Image, il servizio che permette di effettuare una ricerca a partire da un’immagine caricabile direttamente da file in locale o da URL di un contenuto presente in rete e di visualizzare una serie di risultati simili e di informazioni legate a ciò che abbiamo cercato. Come ulteriore sviluppo di questo servizio, sono stati lanciati alcuni miglioramenti che permettono di rendere più precisa ed efficiente la ricerca, effettuando una scrematura di risultati potenzialmente indesiderati o non inerenti e aumentando il livello di informazione aggiunta.

Più nel dettaglio, le novità si articolano su tre punti.

In primo luogo, viene introdotto il cosiddetto “Smarter best guesses“, letteralmente un sistema che, immaginando ciò che l’immagine che abbiamo scelto come base di ricerca rappresenta, tenta di indovinare i migliori contenuti che potrebbero risultare di maggior inerenza e interesse per l”utente, aumentando in questo modo la precisione di ricerca. Ad esempio, sì può vedere come, nella foto qui sotto, il risultato non includa semplicemente un fiore, ma, più nello specifico, un “Uccello del Paradiso” ( Strelitzia reginae), cioè una specie tipica delle Hawaii.

 

Secondariamente, da questo momento Search by Image sfrutta le funzionalità di Knowledge Graph. In questo modo, il sistema di ricerca, utilizzando l’algoritmo di comprensione di Graph, non si limita a restituire contenuti simili a quello di partenza, ma mette a disposizione degli utilizzatori una serie di informazioni aggiuntive sul soggetto cercato, in modo da permetterci di ottenere una miglior conoscenza di ciò che ci occorre, come potrebbero essere la biografia di un autore o le informazioni su una pianta o un animale.

Infine, è stata migliorata la ricerca di notizie relative ad un evento sulla base di una fotografia. Da ora è più semplice ottenere informazioni su notizie rilevanti alle quali vengono spesso associate icone molto simili, se non uguali. Search by Image associa tali notizie a tali immagini pochi minuti dopo che queste sono state pubblicate sul Web, e grazie all’aumento dei siti inseriti negli indici di Google, le possibilità di ottenere un risultato esatto diventano superiori.

Va segnalato, in ultimo, che è disponibile l’estensione di Search by Image per Chrome e Firefox, con cui è possibile caricare in maniera rapida ogni contenuto fotografico da ricercare.

VIA | Google Inside Search

Leave a Reply

Bruno Torrini Articolo scritto da

Torinese di 21 anni, non è nè un informatico nè un tecnico, ma un semplice curioso che ama il mondo Google e sostiene moralmente Android con tutte le sue forze. Chimico fallito, dilettante astrofilo, progster sfegatato, fumettofilo e amante dell'estetica in arte e architettura.

Contatta l'autore

Previous post:

Next post: