I Play Services di Google si aggiornano alla versione 4.4

Di - 8 May 2014 - in
Post image for I Play Services di Google si aggiornano alla versione 4.4

Nuovo aggiornamento per i Google Play Services che con questo ultimo update introducono alcune novità interessanti per tutti gli sviluppatori Android che ne fanno uso.

Per chi non lo sapesse, Play Services rappresenta un insieme di servizi e librerie al quale uno sviluppatore può accedere per integrare le funzionalità della propria applicazione con i servizi offerti direttamente da Google, come la sincronizzazione dei contatti, o l’accesso ai dati dell’utente.

Attenzione

I Google Play Services si aggiornano automaticamente e sono in fase di rilascio per tutti gli utenti.

Questa versione introduce finalmente una funzionalità molto interessante: il supporto a Street View. Dopo aver aggiornato il proprio SDK, tramite l’Android SDK manager, gli sviluppatori potranno inserire le visualizzazioni di Street View all’interno della propria applicazione, con la possibilità di comandare ed interagire con il movimento della camera, lo zoom e le altre funzionalità caratteristiche del servizio.

Ma le novità relative alle API di Google Maps non finiscono qui. Con le nuove Activity Recognition è ora possibile per gli sviluppatori riconoscere quando il proprietario di un dispositivo sta correndo o camminando, andando ad aggiungersi alle altre  possibilità, come quella di riconoscere se un apparecchio si trova in auto, in bicicletta, se è fermo o in possesso di una persona che sta camminando. Tutte funzionalità che spianano la strada per le applicazioni che potremo vedere disponibili su Android Wear.

Anche le mappe per gli interni degli edifici hanno subito un update, permettendo ora di rilevare con maggior precisione edifici e relativi piani.

Sul fronte del Gaming è stata introdotta una nuova interfaccia che permette agli utenti di selezionare contatti multipli come destinatari di regali, bonus e contenuti digitali vari presenti all’interno dei giochi. Questa novità dovrebbe incentivare una maggior collaborazione tra i giocatori, per quei giochi che prevedono l’utilizzo di acquisti in-app.

Sempre sul fronte degli acquisti in-app, anche gli annunci pubblicitari per dispositivi mobili hanno ricevuto delle novità. Ora gli sviluppatori potranno indirizzare gli annunci direttamente agli acquisti in-app per gli utenti interessati ad un particolare prodotto, permettendo loro di ricevere e pagare i contenuti, senza lasciare la pagina o l’applicazione nel quale si trovano.

Chiudiamo questa carrellata di novità con Google Wallet. Grazie al nuovo WalletFragment è ora molto più semplice per gli sviluppatori includere il pulsante per effettuare acquisti tramite il proprio account Google all’interno della propria applicazione.

Fonte | The Next Web

Leave a Reply

Jacopo Rabolini Articolo scritto da

Technical lead e fondatore di Engeene. Si occupa di web design e web development nel tempo libero. Vorrebbe farne la sua professione. Ama il web, la tecnologia, lo spazio, i Lego, Doctor Who e un sacco di altre cose che gli hanno valso a volte l'appellativo di Nerd e altre quello di Geek.

Contatta l'autore

Previous post:

Next post: