Il tema di Google+ per Gnome Shell

Di - 6 June 2012 - in

Google+ si sta lentamente insinuando nei cuori degli utenti che, per un motivo o per un altro, utilizzano con continuità i servizi di BigG. Tutto ciò è sicuramente dovuto agli sforzi che la società di Mountain View sta compiendo per affondare i servizi più diffusi nel nuovo contesto social che sta creando, rivoluzionando pertanto il settore. Il tema che lo caratterizza, dominato da una semplicità che è certamente cara agli utenti, ha avuto la forza di slegarsi dal contesto in cui è inserito per conquistare i menù di altri siti web e, negli ultimi giorni, l’interfaccia di Linux.

L’ambiente considerato è il nuovo Gnome Shell, un contrasto amore-odio che è stato scartato da grandi distribuzioni come Ubuntu, a favore di soluzioni più semplici o leggere, mentre altre l’hanno accolto a braccia aperte.

Bisogna dire che il tema di Google+ per Gnome Shell è stato realizzato con la dovuta attenzione ai particolari, esprimendo anche nell’ambiente di un sistema operativo la semplicità che caratterizza il social network. Se vogliamo analizzare i dettagli nello specifico, ci accorgiamo che anche le scrollbar ricalcano perfettamente quella presente nei servizi Google e visualizzabile correttamente con Chrome.
L’oro, però, presenta sempre qualche impurità. Il tema, infatti, non si adatta particolarmente bene a sfondi scuri, come è possibile rilevare dall’immagine sottostante. Lo sfondo del pannello Attività, infatti, assume una colorazione scura, seppur dotata di elevata trasparenza, colore che contrasta con il chiaro prevalente delle altre sezioni. Al di là di questo particolare, tuttavia, il tema è piacevole, non affatica l’occhio e fornisce una piacevole continuità tra pagina web e ambiente desktop.

Vediamo ora come installare questo tema.
Dopo aver scaricato l’archivio .zip, dobbiamo semplicemente aprire le Impostazioni avanzate, tramite le quali possiamo modificare i parametri di Gnome Shell. Se questa utility non dovesse essere presente, semplicemente installiamo il pacchetto gnome-tweak-tool.
Pertanto, su distribuzioni Ubuntu-like, apriamo il terminale e lanciamo il seguente comando:

sudo apt-get install gnome-tweak-tool

Assicuriamoci poi che l’estensione User Themes sia nelle Impostazioni avanzate. Se tutto è regolare, possiamo aprire la scheda Tema ed installare il tema Google+ alla voce Shell theme, per poi selezionarlo dal menù a tendina affianco.

Ora, se il tema non si applica automaticamente, è sufficiente premere la combinazione di tasti Alt+F2 e digitare R nella finestra di dialogo che si apre.

È possibile effettuare un’ulteriore personalizzazione del tema sostituendo il file user-available-symbolic.svg presente nella cartella del tema al posto del corrispettivo in /usr/share/icons/gnome/scalable/status. È naturalmente consigliabile effettuare prima un backup del file preesistente. Se il tema in uso utilizza delle icone proprie, queste devono essere rimpiazzate da quelle di Google+. Per realizzarle a partire dal file sopra citato vi consigliamo di utilizzare GIMP.

Il tema in questione è compatibile solamente con la versione 3.4 di Gnome Shell e pertanto, se volete installarlo, dovete prima aggiornare l’ambiente desktop.
Ora non vi resta che godervi il nuovo tema realizzato per tutti gli amanti di Google+.

Via | half-left

Leave a Reply

Mattia Migliorini Articolo scritto da

Studente di informatica presso l'Università di Padova, web designer, amante di Linux e dell'open source in generale. Membro di Ubuntu e di 2viLUG, da gennaio 2012 è collaboratore di Engeene.

Contatta l'autore

Previous post:

Next post: